Assegno unico figli dal 1° luglio 2021: a chi spetta e qual è l’importo

Dal 1° luglio al 31 dicembre 2021 verrà erogato l’assegno unico familiare, modalità ponte. Requisiti e beneficiari, importi.
Assegno unico figli dal 1° luglio 2021

Finalmente, il 1° luglio 2021 scatta il semaforo verde per l’assegno unico per i figli fino al compimento del 18° anno d’età, grazie all’approvazione della norma ponte che avrà efficacia fino al 31 dicembre. Per la misura strutturale, invece, si dovrà attendere il 1° gennaio 2022 e sarà estesa anche ai figli fino al 21° anno d’età.

Assegno unico per ogni figlio dal 1° luglio 2021: a chi spetta

A beneficiare dell’assegno unico ponte saranno i disoccupati, i lavoratori autonomi e gli incapienti con un Isee familiare non superiore a 50.000 euro che non beneficiano degli assegni familiari. Restano esclusi i lavoratori dipendenti che usufruiranno dell’assegno unico strutturale dal 1° gennaio 2022.

I lavori dipendenti che incassano gli assegni familiari dal 1° luglio 2021 avranno diritto ad una maggiorazione di 37,5o euro al mese per figlio nel caso di famiglie con uno o due figli e di 70 euro in più per figlio per quelle con tre o più figli.

Le famiglie con un Isee non superiore a 7.000 euro riceveranno l’assegno unico che parte dal 1° luglio 2021 per un importo di 167,50 euro per ciascun figlio minore fino a due. La presenza di almeno tre figli minorenni fa salire l’importo a 217,80 euro per ognuno. Sono previsti 50 euro ulteriori per ogni figlio disabile.

Può fruire dell’assegno chi paga le tasse e risiede in Italia da almeno due anni (compresi i cittadini UE titolari di permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca almeno di sei mesi.

L’importo minimo dell’assegno sarà di 30 euro mensili per i nuclei familiari con due figli minori e 40 euro per quelli con tre figli per un ISEE compreso tra i 49.900,01 euro e 50.000, vale a dire la soglia massima prevista.

Anche le famiglie che beneficiano del Reddito di Cittadinanza potranno usufruire, seppure in misura parziale, dell’assegno unico per i figli che sarà erogato insieme al reddito.

La richiesta dell’assegno unico figli

Bisognerà attendere la circolare dell’INPS con le indicazioni sulle modalità da seguire per presentare domanda per l’assegno unico 2021. Ad ogni modo, la richiesta potrà essere effettuata fino al 30 settembre 2021 e senza subire alcuna penalizzazione, l’importo sarà comprensivo anche dei mesi di luglio e agosto.

In caso di affido condiviso dei minori, l’assegno potrà essere accreditato in misura pari al 50% sull’IBAN di ciascun genitore. Possono presentare richiesta le mamme dal settimo mese di gravidanza.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: