Badante e lavoro di notte: differenza di paga tra presenza e assistenza notturna

Quanto deve essere pagata la badante che assiste o sorveglia l’anziano solo di notte? Scopriamo cosa prevede il CCNL.
badanti

La badante chiamata a lavorare la notte deve fare attenzione al tipo di lavoro che gli viene richiesto di svolgere perchè c’è una differenza di retribuzione per l’assistenza notturna e la presenza notturna e a prevederla è proprio il CCNL.

Per essere sempre aggiornato su tutte le notizie iscriviti al nostro canale Telegram https://t.me/joinchat/PcC-Q9pnQO01MThk

Lavoro notturno badante

Molto spesso le famiglie che devono assistere una persona non autosufficiente si avvalgono del lavoro anche di diversi collaboratori familiari soprattutto nel caso che l’anziano richieda assistenza 24 ore su 24. Ed in questo caso, la badante che presta assistenza durante il giorno non può farlo anche la notte (a meno che non si tratti di casi sporadici).

Avere, quindi, una persona che assista l’anziano solo la notte, a volte diventa determinante per accompagnarlo al bagno, portargli un bicchiede di acqua, essere presente per ogni evenienza può essere determinante. Ma come dicevamo il contratto della badante notturna è diverso in base che debba fornire assistenza o che debba fornire, invece, solo la presenza.

L’assistenza notturna si determina come lavoro vero e proprio e alla badante è richiesto di stare sveglia tutta la notte perchè l’anziano ha bisogno di cure e attenzioni continue.  In questo caso la badante deve essere pagata per il lavoro notturno sulla base di quello che stabilisce il CCNL per il livello CS o DS per l’orario compreso tra le 22.00 e le 8.00 di mattina.

In questo caso è previsto un orario di 54 ore la settimana su 6 notti lavorative che prevede per il contratto CS, una retribuzione al mese di 1147,24 euro.

Se, invece, alla badante è richiesta solo la presenza non è richiesto che resti sveglia tutta la notta (e dovrà, quindi, essere fornito anche un luogo dove possa dormire) ma che sia attiva solo laddove l’anziano necessiti della sua assistenza (come ad esempio per andare in bagno). In questo caso nell’arco temporale tra le 22.00 e le 8.00 la badante sarà pagata con un fisso mensile uguale per tutti i livelli.

In questo caso il contratto di sola attesa prevede un orario settimanale di 54 ore in 6 giorni con retribuzione netta mensile di 677,78 euro.

Senza contratto quanto costa?

Se si tratta di un bisogno occasionale, una sola notte ogni tanto, non serve un contratto ma una lettera di assunzione con retribuzione prevista pari a quella determinata dal CCNL per il livello CS maggiorata del 20% per la prestazione notturna dalle 22.00 alle 8.00.

Total
26
Shares