Badante stipendio 1.300 euro, quando?

Quando una badante deve percepire uno stipendio dignitoso
badanti

Spesso  bistrattate, spesso sottopagate, le badanti possono benissimo essere considerate l’anello debole del lavoro subordinato. Eppure, anche per questo settore lavorativo, assolutamente particolare, esistono regole, diritti, diversi e normative. Esiste perfino un CCNL di categoria, un contratto collettivo su cui basarsi. E se le regole vengono rispettate, allora si che ieri una badante lo stipendio dovrebbe essere quello equo, giusto e dignitoso.


Badante assunta al giusto livello


Il primo passo è la giusta assunzione, il giusto inquadramento e il rispetto dei minimi salariali e delle maggiorazioni. La badante deve essere assunta al livello CS se non qualificata, e al livello DS se provvista di qualifiche e formazione. I due minimi salariali sono:

  • 984,01 euro per Livello CS.
  • 1.215,63 euro per Livello DS.

Alzi la mano chi è pagata così. Effettivamente, in base alle segnalazioni, sono tantissime le badanti che prendono di meno. Tante assunte al minimo consentito come orario di lavoro, con stipendio fisso da 800/850 euro al mese se non di meno. Senza considerare ore di lavoro in più, magari servizi notturni o lavoro nei festivi. Eppure sono tutte cose di cui la badante ha diritto. 

Come farsi pagare il giusto

In definitiva, occorrerebbe farsi pagare il giusto, nel senso che almeno il minimo salariale dovrebbe essere la base di partenza. Almeno 984,01 euro. E se si lavora un’ora in più al giorno, questa va pagata, come straordinario. Alla stregua del lavoro domenicale per esempio, oppure di quello notturno se l’anziano ha necessità anche di notte. 

Le ore di lavoro extra rispetto all’orario giornaliero previsto, sono da retribuire con la paga straordinaria, seguendo queste due regole:

  • Paga oraria globale di fatto maggiorata del 25% per straordinario diurno (06:00-22:00);
  • Paga oraria globale di fatto maggiorata del 50% per straordinario notturno (22:00-06:00).

In pratica, oltre alla paga oraria una maggiorazione. L’ora di lavoro extra non può essere compresa nello stipendio fisso pattuito. E noi non conosciamo nessuna badante che un mese prende uno stipendio diverso da quello del mese precedente, come se l’assistenza di un anziano non autosufficiente non abbia eventualità differenti da periodo a periodo. Stesso discorso per il lavoro straordinario di domenica o nei festivi, o durante le ore di riposo. In questi casi, lo straordinario prevede:

  • Paga oraria globale di fatto maggiorata del 60% per straordinario domenicale o festivo;
  • Paga oraria globale di fatto maggiorata del 40% per straordinario nelle ore di riposo. 
📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
12
Shares