Badanti: 100 euro in più al mese di stipendio, ecco perché devono riceverlo

Ci sono 100 euro al mese in più di stipendio da incassare per determinate badanti. Ecco il perché l’aumento va chiesto alla famiglia per cui si lavora.
badanti stipendio

Una novità ufficiale del 2021 per le badanti è stata introdotta con il rinnovo del contratto collettivo. Si tratta di un surplus di stipendio mensile che va erogato alla lavoratrice in determinate circostanze. Una specie di riconoscimento per le lavoratrici a cui le famiglie affidano gli anziani, spesso in coppia. 


Badanti, un lavoro particolare


Essere assunta come badante, nel senso stretto della professione, significa essere assunte per accudire persone, il più delle volte, non propriamente autosufficienti. Ma nelle mansioni che sono chiamate a svolgere le badanti, ci sono anche i servizi di pulizia domestica per esempio, oppure quelli di cucina. In pratica, una specie di tuttofare, perché per esigenze lavorative e non dei figli dell’anziano, senza la badante non si saprebbe a chi affidare il proprio caro. Per questo ormai le badanti sono figure importantissime per le famiglie. E se ne saranno accorti anche a livello legislativo visto che nel nuovo CCNL viene previsto un surplus di stipendio, 100 euro in più al mese. 


Per chi la 100 euro in più?

Spesso la badante che viene assunta per assistere un anziano non autosufficiente, oltre alle faccende domestiche di cui parlavamo prima, si trova a dover assistere anche un secondo anziano, spesso il coniuge del primo. E spesso, anche se non grave come il primo anziano, anche il secondo necessita dell’assistenza della lavoratrice. Ed è proprio a queste badanti che bisogna dare 100 euro in più di stipendio mensile. 

E da segnalazioni pervenute in redazione, sono pochi i datori di lavoro, per lo più le famiglie degli anziani, che hanno riconosciuto quanto previsto dal CCNL.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
133
Shares
Potrebbe interessarti: