Bonus 100 euro per chi ha lavorato a marzo: in arrivo a febbraio, ecco per chi

In arrivo il bonus 100 euro per chi ha lavorato in sede a marzo: ecco cosa dice il MIUR per i dipendenti del comparto scuola.
730 bonus

Ricordate che era stato disposto un bonus fino a 100 euro per tutti i lavoratori che nel mese di marzo avevano continuato a prestare la propria attività lavorativa nella sede di lavoro? Fino ad ora non se ne era più parlato ma finalmente arrivano notizie nuove sull’erogazione della somma almeno per i dipendenti del comparto scuola.

Arriverà a febbraio in busta paga e farlo sapere è il MIUR e spetterà a tutto il personale che a marzo ha prestato servizio in presenza, anche se non per tutto il mese.

Non per tutti, quindi, il bonus avrà un importo di 100 euro visto che lo stesso sarà calcolato sui giorni effettivamente lavorati in sede nel mese di marzo.

Il MIUR, però, comunica che a febbraio verranno messi in pagamento soltanto i bonus per il personale della scuole che comunicano i dati entro le ore 10 del 12 febbraio 2021.  Per tutti gli altri, presumibilmente, il bonus in questione sarà erogato ad aprile.

Pubblicità

Bonus 100 euro come si calcola?

Ricordiamo che il bonus si calcola per gli effettivi giorni di presenza nella sede di lavoro (in questo caso la scuola) e quindi non sarà riconosciuto per i giorni in cui si è svolta la propria attività lavorativa a distanza, per i giorni di ferie e malattia fruiti nel corso del mese di marzo 2020, per i giorni di permessi retribuiti e non retribuiti e per i giorni di congedo.

Quindi, rientrano nel calcolo solo gli effettivi giorni di lavoro svolti nella sede . Il calcolo si effettua sul rapporto di giorni lavorabile e quelli effettivamente lavorati in presenza in sede. I 100 euro, ovviamente, spetteranno solo a coloro che hanno lavorato tutti i giorni lavorativi del mese in sede.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
3
Shares
Potrebbe interessarti: