Bonus INPS fino a 6.000 euro per donne disoccupate, la guida

Un importante incentivo per agevolare le assunzioni di lavoratrici.
assegno di solidarietà Meloni

Si sente tanto parlare di bonus Inps per le donne disoccupate. Si tratta di un incentivo fino a 6.000 euro che erogherà l’Istituto previdenziale come sostegno agli imprenditori che assumeranno donne inoccupate e prive di impiego.


Bonus donne disoccupate, la guida Inps


È stata la legge di Bilancio 2021 ad introdurre nuove agevolazioni fiscali per le assunzioni di donne lavoratrici, purché disoccupate, inoccupate e prive di impiego regolare da almeno 6 mesi. L’importo del bonus come dicevamo, può arrivare a 6.000 euro. Ed è un incentivo sotto forma di decontribuzione che riguarda le aziende che assumono questa tipologia di lavoratori. La decontribuzione è totale e pertanto i 6.000 euro rappresentano la soglia massima di sgravio dei contributi prevista. In altri termini i datori di lavoro non pagherebbero contributi per le assunzioni di queste donne, fino alla soglia massima prevista. 


Quali condizioni occorre rispettare?

Le aziende interessate, per poter richiedere il bonus, devono essere collocate territorialmente in una delle Regioni che la legge di Bilancio ha inseriti come ammissibili all’incentivo. Infatti il bonus non vale per l’intero territorio italiano, ma è riservato alle cosiddette zone svantaggiate del nostro Paese. Il bonus dura 12 mesi se le assunzioni sono a tempo determinato, mentre si passa a 18 mesi per le assunzioni a tempo indeterminato.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: