Carabinieri e militari: aumenti e arretrati in busta paga, le vere cifre

Rinnovo contratto 2019-2021, maxi assegno per i Carabinieri, ecco da cosa dipende
aumento carabinieri
Bar e pasticcerie nel cuore del centro storico di Roma gestite da clan mafiosi palermitani. E’ quanto accertato dai carabinieri del Ros nell’operazione, coordinata dalla Dda di Roma, che ha portato all’emissione di una ordinanza cautelare nei confronti di 11 persone, 15 gennaio 2021. In particolare i gruppi mafiosi hanno, negli anni, riciclato nella ristorazione ingenti somme di denaro per aprire locali nella zona di Testaccio e Trastevere. Le accuse sono di trasferimento fraudolento di valori, bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio, reati commessi per agevolare l’associazione mafiosa “Cosa Nostra”. ANSA/ ROS CARABINIERI +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Con il rinnovo del contratto delle Forze dell’Ordine sono in arrivo nei prossimi mesi maxi assegni anche per i Carabinieri. SI tratta di un contributo una tantum figlio del rinnovo del contratto per il triennio 2019-2021. Il rinnovo del contratto produce aumenti di stipendio anche per i Carabinieri ed essendo già trascorso il triennio, ecco che si entra nel perimetro degli arretrati.

Contratto per il triennio 2019-2021

L’iter burocratico per il rinnovo del contratto anche per le Forze dell’Ordine è lungo e farraginoso. Anche se ormai è scontato il rinnovo, per vedere la sua applicazione occorre aspettare la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del relativo decreto che tra l’altro deve pure essere sottoscritto dal Presidente della Repubblica.

Con discreto ritardo, anche per via delle settimane in cui si è perso tempo per l’elezione del nuovo Capo dello Stato, ormai tutto sembra definito, con le prossime settimane che dovrebbero portare a conclusione l’intero Iter.

Dal punto di vista delle dotazioni va detto che quelle per il biennio 2019-2020 erano inferiori a quelle che poi servono in base all’accordo raggiunto. Per questo il meccanismo di aumento introdotto è crescente nel triennio.

Aumenti stipendio e arretrati, le cifre in arrivo

Naturalmente con la conferma del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e con l’accordo ormai trovato per il rinnovo, pochi ostacoli troverà la previsione di completare il tutto entro la fine del primo trimestre del nuovo anno.

Per i Carabinieri è ipotizzabile che sia il mese di marzo quello in cui arriverà il maxi assegno previsto dal nuovo contratto. Perché parliamo di Carabinieri e non di Forse dell’Ordine in genere? La questione è sempre la stessa, essendo i Carabinieri l’unica Forza di Sicurezza a non rientrare totalmente in NoiPa come gestione di stipendi e cedolini. Una stranezza che però potrebbe portare il vantaggio di ricevere prima degli altri aumenti ed arretrati proprio perché dentro l’operazione rientra pure il Centro Nazionale Amministrativo di Chieti.

Passando alle cifre, occorre dire che l’incremento stabilito nell’intesa è differente in base al grado ed alla qualifica del militare. L’aumento per il 2019 si assestava tra 50,17 euro spettanti al Carabiniere e 71,72euro spettanti al Capitano. Parliamo di cifra una tantum da erogare sotto forma di bonus arretrato. Per il 2020 invece, cifre comprese tra 23,52 euro e 33,22 euro. Più cospicui gli aumenti 2021 con importo minimo di 439 euro circa e importo massimo superiore a 628 euro.

Le nuove tabelle per gli stipendi 2022

Alla luce degli incrementi, vediamo cosa dicono le nuove tabelle stipendiali valide dallo scorso primo gennaio 2022:

  • Capitano € 1.671,28
  • Tenente € 1.648,66
  • Sottotenente  €               1.553,87
  • Luogotenente Carica speciale € 1.639,69
  • Luogotenente €  1.614,83
  • Maresciallo maggiore con 8 anni nel grado € 1.586,00
  • Maresciallo maggiore € 1.572,19
  • Maresciallo capo € 1.515,25
  • Maresciallo ordinario € 1.477,26
  • Maresciallo € 1.419,06
  • Brigadiere capo qualifica speciale € 1.473,75
  • Brigadiere capo con 4 anni nel grado € 1.444,73
  • Brigadiere capo                € 1.436,46
  • Brigadiere € 1.379,01
  • Vice brigadiere € 1.349,51
  • Appuntato solo Qualifica speciale € 1.312,45
  • Appuntato scelto con 5 anni nel grado € 1.287,59
  • Appuntato scelto € 1.284,82
  • Appuntato € 1.205,49
  • Carabiniere scelto € 1.144,42
  • Carabiniere € 1.095,79

Invece, il totale incremento con una tantum annesso per gli anni 2019, 2020 e 2021 sono:

  • Capitano (€ 103,61 per il 2019, € 339,92 per il 2020 e 1.444,18 per il 2021) € 1.887,71
  • Tenente (102,44 + 339,37 + 1.425,76) € 1.867,57
  • Sottotenente (€ 97,08 + € 336,91 + 1.348,90) €  1.782,89
  • Luogotenente Carica speciale (102,44 + 339,37 + 1.417,54) € 1.859,35
  • Luogotenente  (100,31 + 338,4 + 1,398,79) € 1.837,51
  • Maresciallo maggiore con 8 anni nel grado (98,62 + 337,60 + 1.375,43) € 1.811,65
  • Maresciallo maggiore (97,41 + 337,04 + 1.365,00) € 1.799,45
  • Maresciallo capo (95,48 + 336,09 + 1.316,29) €   1.747,86
  • Maresciallo ordinario     (94,31 + 335,55 + 1.283,70) € 1.713,56
  • Maresciallo (91,33 + 334,18 + 1.235,92) € 1.661,43
  • Brigadiere capo qualifica speciale (94,31 + 335,55 + 1.280,48) € 1.710,34
  • Brigadiere capo con 4 anni nel grado (91,81 + 334,46 +  1.258,61) € 1.684,88
  • Brigadiere capo                (91,15 + 334,18 + 1.252,42) € 1.677,75
  • Brigadiere (89,79 + 333,49 + 1.202.13) € 1.625,41
  • Vice brigadiere (87,49 + 332,41 + 1.179,27) € 1.599,17
  • Appuntato solo Qualifica speciale  (89,79 + 333,49 + 1.141,12) € 1.564,40
  • Appuntato scelto con 5 anni nel grado  (87,66 + 332,54 + 1.122,37) € 1.542,57
  • Appuntato scelto (87,40 + 332,40 + 1.120,25) €  1.540,05
  • Appuntato (85,26 + 467,66 + 1.051,57) € 1.468,29
  • Carabiniere scelto (83,59 + 330,62 + 998,66) € 1.412,87
  • Carabiniere (82,06 + 329,95 + 957,00) € 1.369,01
📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
14
Shares