Eredità alla badante, ecco quando gli eredi non possono impugnare il testamento

L’anziano può lasciare, nel testamento, anche parte dell’eredità alla badante. Ecco quando il testamento non può essere impugnato dagli eredi.
badanti stipendio

E’ normale che una persona anziani si affezioni a chi gli presta cura e assistenza. E’ normale sviluppare una forma di affetto e di stima nei confronti della persona con cui si trascorre la maggior parte delle giornate, soprattutto se i figli, impegnati dalla loro vita e dal loro lavoro, si fanno vedere poco.

Ed ecco che molti anziani non dimenticano la propria badante nel testamento lasciandogli, a volte una somma simbolica, a volte buona parte dell’eredità. Ma il testamento dell’anziano può essere impugnato?

Per essere sempre aggiornato su tutte le notizie iscriviti al nostro canale Telegram https://t.me/joinchat/PcC-Q9pnQO01MThk

Eredità alla badante

E’ bene sapere che chi è dichiarato infermo, gli incapaci di intendere e di volere non possono fare testamento. Se, quindi, l’anziano che non è più pienamente in possesso delle proprie capacità mentali stila un testamento lasciando alla badante una cospicua parte dell’eredità, i familiari possono non solo impugnare il testamento ma anche accusare la collaboratrice domestica di circonvenzione di incapace.

Ma andiamo con ordine. Ognuno è libero di disporre, alla propria morte, dei propri avere come meglio crede ma per farlo è necessario che il testatore sia in grado di intendere e di volere.

L’anziano, quindi, è liberissimo di lasciare parte dei propri averi alla badante che magari, negli ultimi anni della sua vita lo ha trattato con gentilezza, gli ha dimostrato affetto e si è presa cura di lui con diligenza facendolo sentire anche meno solo.

Ma è necessario che, nonostante il lascito alla collaboratrice domestica, non si vada a ledere la quota legittima che spetta agli eredi (coniuge e figli, ad esempio). Se non si rispetta la quota legittima (che è del 75%) il testamento può essere impugnato.

Facciamo un esempio pratico: se l’anziano ha, beni per 100mila euro, può decidere di lasciarne 25mila alla badante e il restante 75% suddiviso tra gli altri  eredi.

Quando il testamento può essere impugnato?

L’anziano, quindi, può decidere di lasciare una parte della sua eredità alla badante . Il testamento può essere impugnato per un vizio di forma o per vizio di volontà. Questo significa che gli eredi devono dimostrare, ad esempio, che l’anziano è stato costretto con la violenza, che non fosse capace di intendere e di volere all’atto della firma o che sia stato raggirato nella stesura.

In ogni caso l’azione deve essere proposta entro 5 anni dalla lettura del testamento.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares