Esonero Contributi 2021: cosa prevede il decreto

Esonero contributivo 2021 per professionisti e lavoratori autonomi: firmato il decreto ma mancano dei passaggi. Scadenza domande.
iscro

Il decreto attuativo per l’esonero dei contributi 2021 per professionisti e lavoratori autonomi è stato firmato dal ministro del Lavoro, Andrea Orlando. Tuttavia, si è in attesa dell’ultimo step INPS che dovrebbe essere pronto entro il 17 maggio.

Il decreto è sicuramente in ritardo rispetto a quanto previsto, ma lo stesso Orlando aveva già affermato nei giorni precedenti che si trattava di un provvedimento molto complesso, con tante procedure da definire a seconda delle categorie di lavoratori. In particolare, c’era da differenziare l’iter per quelli iscritti alla Gestione Separata INPS, alle gestioni speciali, ai soci lavoratori di società, ai professionisti iscritti alle case di previdenza, ai medici, agli infermieri e ad altri operatori e professionisti.

Cos’è l’esonero contributivo 2021

L’esonero dei contributi per lavoratori autonomi e professionisti è stato previsto dalla Legge di Stabilità 2021. In realtà, riguarda solo una parte del pagamento contributivo dovuto dai suddetti lavoratori iscritti alle gestioni INPS o agli enti previdenziali di categoria. L’importo massimo dello sgravio è di 3.000 euro.

Per accedere all’esonero si deve possedere come requisito un reddito 2019 uguale o inferiore ai 50.000 euro e al contempo aver registrato un calo del fatturato 2020 di almeno il 33%.

Ciò che deve essere ancora definito sono i criteri e le modalità per la concessione dell’esonero, e anche la quota di risorse da destinare ai professionisti iscritti agli enti di previdenziali privati.

Per quanto concerne i lavoratori autonomi, sono da definire i beneficiari dell’esonero contributivo, i cui requisiti e le modalità di fruizione saranno specificati nella pratica dal decreto attuativo. Da stabilire anche la quantità di risorse destinate alle professioni degli Ordini, il cui accesso sarà proporzionale alla disponibilità dei fondi.

La domanda

La richiesta per ottenere l’esonero dei contributi per autonomi e professionisti dovrà essere inoltrata all’INPS entro il 31 luglio 2021 per chi è iscritto alla Gestione Separata. Scadenza 31 ottobre Per i professionisti iscritti agli Ordini alle Casse private, la scadenza per la presentazione della domanda è il 31 ottobre.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: