Lavoro Statale: a Roma in arrivo 1.512 assunzioni, lo conferma la sindaca Raggi

Per il Campidoglio in arrivo un super concorso con oltre 1.500 posti disponibili.
assunzioni Campidoglio

Dirigenti e non dirigenti, presto saranno banditi con un maxi concorso 1.512 posti di lavoro al Campidoglio. Una imponente e massiccia campagna di reclutamento che presto vedrà i natali, come si legge sulle pagine del Messaggero e come ha pubblicamente confermato sul suo profilo ufficiale Facebook, la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

Il post della Raggi non lascia dubbi, anche sulla data della prima prova scritta

“Stanno per partire i concorsi banditi da Roma Capitale per la selezione di 1.512 figure professionali, che a causa delle norme di contenimento della pandemia rischiavano di avere tempi lunghissimi. Grazie alla collaborazione con il ministro Renato Brunetta, siamo arrivati a sbloccare e a velocizzare le selezioni. A giugno ci sarà un’unica prova scritta digitale per il personale non dirigente, mentre per quanto riguarda i dirigenti resta tutto come prima”, questo ciò che si legge sui canali Social della sindaca Capitolina, che di fatto conferma come i ritardi nel concorso nascono dalle inevitabili conseguenze relative alla crisi epidemiologica.

Come funzioneranno le gare

La Raggi in pratica ha confermato quello di cui da giorni si parla a partire dal fatto che le novità riguarderanno i posti da non dirigente. A dire il vero è proprio per i non dirigenti che il concorso avrà la dote più elevata di assunzioni dal momento che sono solo 42 i posti da dirigente che verranno banditi.

Per i dirigenti le prove saranno tutte in presenza, con tamponi effettuati 48 ore prima e mascherine Ffp2 obbligatorie. Anche le sedi del concorso, che per motivi di assembramenti, saranno diverse, sembra tutto confermato. Ara Pacis, Palazzo delle Esposizioni e alcuni teatri della Capitale sono le sedi designate per il concorsone.

Il bando è stato riaperto proprio alla luce dell’emergenza sanitaria ed alle oltre 140mila domande già arrivate (per i dirigenti solo 1.000 le domande arrivate ma per soli 42 posti), probabilmente ne arriveranno altre, perché sono state posticipate le date di presentazione delle domande che adesso scadranno alle ore 18:00 del 24 maggio 2021.

Per i 420 profili professionali di categoria D e i 1.050 di categoria C, cioè per i non dirigenti, non viene più prevista alcuna prova preselettiva, perché ci sarà una unica prova scritta da effettuare in maniera digitale con 60 domande da rispondere in 60 minuti.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: