Liquidazione TFS dopo quota 100: quanti anni devono passare?

Dopo quando viene erogato il TFS per chi va in pensione con la quota 100? L’attesa è variabile.
TFR TFS

Uno dei crucci più grandi di pubblici dipendenti riguarda, senza alcun dubbio, la liquidazione del TFS spettante. A differenza di quello che accade, infatti, nel lavoro privato dove il TFR viene corrisposto al termine del servizio, nel pubblico impiego per avere il TFS spettante è necessario attendere tempi molto lunghi dal momento che si cessa il rapporto di lavoro, tempo che superano sempre i 12 mesi e che a volte sfiorano anche i 5/6 anni nel caso del pensionamento con la quota 100.

Una nostra lettrice ci scrive:

Sono una collaboratrice scolastica, andrò in pensione il 1 settembre 2021 con quota 100. La mia anzianità a quella data e’ di 41 anni 2 mesi e 6 giorni e 62 anni di età. Quanti anni devono passare dal TFS? Grazie

TFS dopo la quota 100

Il decreto 4/2019 prevede che per i dipendenti pubblici che scelgono il pensionamento con la quota 100 il TFS venga liquidato 12 o 24 mesi dopo il raggiungimento dei requisiti di pensionamento con le regole di pensionamento Fornero. Questo cosa significa in termini temporali?

Il TFS spetta al dipendente pubblico che si pensiona con la quota 100:

  • o 12 mesi dopo il raggiungimento dei 67 anni necessari per la pensione di vecchiaia
  • o 24 mesi dopo il raggiungimento dei contributi necessari all’accesso alla pensione anticipata in via prospettica (42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini, un anno in meno per le donne).

A questa attesa, in entrambi i casi, vanno aggiunti i 90 giorni necessari all’INPS per gestire la pratica. Ed ovviamente si applica l’attesa più vantaggiosa per il dipendente (quella più breve).

Nel suo caso che ha avuto accesso alla pensione con quota 100 a 62 anni con 41 anni e 2 mesi di contributi, il TFS verrà erogato dopo 27 mesi (24 mesi più 90 giorni) il raggiungimento prospettico dei 41 anni e 10 mesi di contributi, di fatto, quindi, 35 mesi dopo la cessazione del servizio.

Per dubbi e domande è possibile scrivere a: info@pensioniefisco.it
I nostri esperti provvederanno a dare una risposta al tuo quesito in base all’originalità.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: