Pensione di reversibilità, mi spetta quella della mamma se vivo con lei quando muore?

Non sempre ai figli spetta la pensione di reversibilità dei genitori. Vediamo quando il diritto c’è.
Pensione di reversibilità

La pensione di reversibilità spetta ai familiari superstiti del pensionato che viene a mancare. In alcuni casi specifici la pensione di reversibilità spetta anche ai figli ma non sempre.

Rispondiamo ad una lettrice di Pensioniefisco.it che ci scrive:

Io vivo con mia mamma e sono disoccupata. In caso di sua morte la pensione di reversibilità mi spetterebbe come figlia?

Pensione di reversibilità ai figli

Ai figli spetta la reversibilità dei genitori solo in alcuni casi specifici. E’ necessario, innanzitutto che il figlio, maggiorenne, sia a carico del genitore al momenti del decesso per avere diritto alla pensione di reversibilità e poi deve trovarsi in una delle seguenti condizioni:

  • figlio studente con età compresa fino a 26 anni
  • figlio totalmente e permanentemente inabile al lavoro (l’inabilità deve essere stata certificata prima del decesso del genitore e non intervenuta dopo)

Non basta, quindi, essere disoccupati per avere diritto alla pensione di reversibilità del genitore ma è necessario trovarsi in una delle situazioni sopra descritte. Se, quindi, non è totalmente e permanentemente inabile al lavoro o non è con età inferiore ai 26 anni e studentessa, la pensione di reversibilità di sua mamma, in caso di morte, non le spetta.

Per dubbi e domande è possibile scrivere a: info@pensioniefisco.it
I nostri esperti provvederanno a dare una risposta al tuo quesito in base all’originalità.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: