Quanto costa un’ora di lavoro badante o colf, la verità

Quanto pagare davvero una badante o colf per ora di lavoro
stipendio badante

Mettere in regola la badante o che la colf in base allo stipendio orario è abbastanza facile. Ci sono regole precise e dettagliate. Mettere in regola una badante significa assumerla come prevedono le regole nazionali. Ed anche il pagamento deve essere proporzionato a queste regole.

Assumere una badante

Per assumere una badante occorre passare necessariamente dalla comunicazione di assunzione.  Tale comunicazione  va fatta all’Inps, o per telefono (numero verde 803.164 da rete fissa,  o 06164164 da rete mobile) o in rete, sul sito ufficiale dell’Istituto, collegandosi all’area My Inps ed accedendo ala sezione servizi al cittadino  e poi lavoro domestico. L’iscrizione rapporto di lavoro può essere fatta da soli per i possessori di Spid, Cns o Cie in entrambi i casi. Chi ne è sprovvisto può optare per i servizi di Patronato o CAF.

Il costo della badante a ore

In ogni caso va prodotta la comunicazione di assunzione. Non se ne può fare a meno. Anche per assunzioni non a tempo pieno.

Per le collaboratrici domestiche, badanti, colf e assistenti familiari in genere, esiste anche il part-time.  Se assunte per  4 ore al giorno, lo stipendio va dai 7 euro per ora di lavoro ai 9 euro sempre per ora di lavoro. Stipendio variabile quindi da 733,33 euro a 1.350,88 euro per mese.

Va sottolineato che la sola donna delle pulizie, lavora a non meno di 8/9 euro all’ora. Impossibile arrivare a pagare meno di 7 euro l’ora di lavoro di una badante per esempio.

In linea generale possiamo dire che la retribuzione oraria minima non può scendere sotto 7,21 euro se si assumono lavoratori inquadrati in categoria CS. Si passa a 8,69 euro per la categoria DS.

Il calcolo della giusta retribuzione

Tornando alla retribuzione mensile, se la colf, la badante o la baby-sitter è pagata a stipendio mensile, per ricavare il giusto salario, occorre moltiplicare la paga mensile per 13, dividendola per 12 e ancora dividendola per le ore mensili. Stando alle statistiche, lo stipendio medio in Italia è di 15.600 euro all’anno o 8 euro  all’ora. Parliamo di media. Perché il limite oscilla tra 9.000 e 19.500 euro. Le lavoratrici alla prima assunzione percepiscono 9.000 euro al mese. Quelle con esperienza, 19.500 euro.

Dal punto di vista delle ore di lavoro, i contratti a tempo pieno possono essere in genere da 54 ore per i lavoratori conviventi e 40 ore per i lavoratori non conviventi.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares