Riforma pensioni con legge delega, che significa esattamente?

Il governo cerca di escludere il parlamento dalla riforma pensioni chiedendo una legge delega.

riforma pensioni

Se ne sta parlando in questi giorni di una riforma pensioni con la legge delega. In vista della scadenza della quota 100 il 31 dicembre 2021, infatti, è necessario intervenire con l’introduzione di una misura flessibile che permetta di evitare lo scalone di 5 anni che, inevitabilmente si verrebbe a creare.

Riforma pensioni con legge Delega

Il prossimo 14 ottobre ci sarà un incotro tra tecnici e sindacati per discutere sulla quota 100 che il Parlamento vorrebbe conservare, almeno nelle sue linee guida, mentre il Governo Conte punta alla cancellazione totale della misura alla sua scadenza anche a causa delle pressioni di Bruxelles che ha chiesto al premier di abolire sia la quota 100 che il reddito di cittadinanza.

Qusto il motivo per il quale il governo cerca di escludere il Parlamento dalla decisione chiedendo di intervenire sulla riforma previdenziale con una legge delega. In questo modo il Parlamento, unico organo preposto al potere legislativo, sarebbe esautorato dal governo dal potere di intervernire sulla riforma.

Anche con una legge delega, in ogni caso, l’ultima parola resterebbe alle due camere parlamentari che dovrebbero convertire in legge il Dlgs.