Rimborso contributi artigiani e commercianti: serve apposita domanda

Rimborso per artigiani e commercianti dei contributi versati indebitamente ma solo per quelli non prescritti e dietro presentazione di apposita domanda.
bonus commercianti

Con la circolare numero 75 del 6 maggio 2021 l’INPS rende noto che per la contribuzione indebitamente versata da artigiani e commercianti è possibile richiedere il rimborso.

Nella circolare l’INPS sottolinea che “in nessun caso la contribuzione indebitamente versata alle Gestioni autonome può essere oggetto di convalida da parte dell’Istituto ai fini del diritto e della misura delle prestazioni pensionistiche spettanti ai predetti lavoratori autonomi.”.

Proprio per questo motivo le somme versate nelle gestione Artigiani e commercianti  ma non dovute, potranno essere rimborsate a patto che non sia intervenuta per le stesse la prescrizione decennale.

Il rimborso, precisa l’istituto, potrà avvenire solo a fronte di una domanda di rimborso da parte dell’assicurato e il rimborso spetterà solo per gli importi per i quali non siano decorsi i tempi di prescrizione sopra citati.

Vi rimandiamo alla lettura completa della circolare INPS numero 75/2021

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: