Spid: adesso alle poste occorre pagare, servono 12 euro, perchè?

Spid: adesso alle poste occorre pagare, servono 12 euro, perchè?
Spid
Spid

Vuoi scaricare il modello CU della pensione o il modello Obis/M? serve lo Spid, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Vuoi controllare se hai delle pendenze con Agenzia delle Entrate Riscossione? Serve lo Spid.

Tutti i servizi online delle PA ormai sono  usufruibili solo con lo Spid. Certo, in alcuni casi è ancora utilizzabile la Carta nazionale dei servizi o la carta di identità elettronica, ma ormai, come anche l’Inps ha fatto dal primo ottobre cestinando il suo pin dispositivo, lo Spid diventa fondamentale. Lo è anche per richiedere autonomamente il proprio Isee,  il reddito di cittadinanza, per presentare il 730 e così via.

Lo possono richiedere i cittadini maggiorenni, ma man mano che passano i mesi, lo strumento è divenuto fondamentale per ogni famiglia e anche per pensionati di una certa età. Tra i diversi Identity Provider, aziende che offrono lo Spid, Poste Italiane è stato sempre il più utilizzato, proprio perché spesso sono gli anziani a dotarsi di questo strumento. Ma forse anche perché da sempre lo Spid di Poste Italiane è gratuito.

Ma oggi occorre parlare al passato, perché anche Poste Italiane adesso rende lo Spid a pagamento.

Poste Italiane e Spid, adesso servono 12 euro

La notizia che anche Repubblica per esempio ha dato è che lo Spid è divenuto a pagamento anche presso Poste Italiane. Occorre pagare per ottenere lo Spid e la motivazione di questa inversione di tendenza da parte di Poste Italiane è il servizio di riconoscimento di persona.

Molti Identity Provider proponevano lo Spid a pagamento, con riconoscimento facciale tramite webcam o tramite firma elettronica. Alle Poste invece il riconoscimento era allo sportello, cioè di persona.

Adesso il riconoscimento di persona funzionale all’ottenimento dello Spid, presso gli sportelli territoriali di Poste Italiane è a pagamento. Poste Italiane ha deciso di introdurre un costo quindi che fino a ieri non esisteva.

Le critiche alla decisione di Poste Italiane

Che lo Spid sia diventato di larga diffusione è del tutto evidente visti i numeri sempre crescenti di attivazioni. Ma Poste Italiane è stata la soluzione utilizzata anche da anziani e persone meno abbienti. Adesso oltre a fare la fila per arrivare allo sportello, per ottenere lo Spid anche da Poste Italiane occorrerà pagare. Il servizio di riconoscimento allo sportello adesso costerà 12 euro.

Ciò che stride è che la notizia non è stata oggetto di un comunicato ufficiale da parte di Poste Italiane. Inoltre, proprio per via della particolare “clientela” che sceglieva Poste Italiane come Identity Provider, il fatto che si chiedano soldi è una evidente penalizzazione per cittadini che hanno meno possibilità di altri di scegliere altri provider ed altri strumenti di riconoscimento votati alla tecnologia.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
6
Shares
Potrebbe interessarti: