Spid con delega, novità per gli anziani

Nuova possibilità per consentire anche agli anziani di avere accesso allo Spid
spid

Ormai sembra sia diventato uno strumento da possedere inevitabilmente per l’espletamento di qualsiasi pratica con Enti pubblici e con tutte le Pubbliche Amministrazioni. Parliamo dello Spid, cioè del Sistema Pubblico di Identità Digitale. Uno strumento che consente tramite autenticazione di avere accesso ai servizi pubblici dell’Inps, dell’Agenzia delle Entrate e di tanti altri uffici ed Enti pubblici.

Il sistema è particolare, tra Provider , applicazioni per smartphone, credenziali di accesso e codici per autorizzare gli accessi. Sicuramente non la cosa più facile del Mondo per chi non è pratico di PC, smartphone e tecnologia in genere.

Gli anziani per esempio, sono tra quelli che hanno manifestatamente messo in luce le problematiche maggiori, soprattutto per chi è solo e non ha figli o parenti che possono aiutare. Il decreto Semplificazioni però sembra venire incontro a queste problematiche, perché pare che sia passata una variazione riguardo allo Spid indirizzata proprio a sostenere chi non è propriamente in grado di fare tutto da solo.

Spid con delega, cos’è?

Naturalmente lo Spid avendo nei dati personali il principio basilare per cui è stato creato, non può consentire a soggetti diversi dal titolare di avere accesso ai vari servizi telematici personali che le Amministrazioni Pubbliche offrono al titolare delle credenziali.

Questione di privacy e di tutela dei dati personali, questo è evidente. Ecco perché nel decreto Semplificazioni pubblicato in Gazzetta Ufficiale , viene introdotto lo Spid con delega che ha proprio l’obiettivo di favorire gli anziani.

In pratica grazie al sistema AGD, cioè il Sistema Gestione Deleghe del governo, si potrà  delegare l’accesso ad uno o più sevizi della Pubblica Amministrazione.

Come presentare richiesta di Spid con delega

Il sistema presto sarà al via dal momento che anche il garante della Privacy ha dato l’ok. Occorrerà presentare richiesta direttamente all’Ente pubblico che gestisce i servizi per i quali un anziano per esempio, delega il figlio o chi per lui ad accedervi.

In pratica verrà generata una delega associata all’indentità digitale del soggetto che ha difficoltà con la tecnologia in modo tale da permettere l’accesso anche ai meno pratici.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: