Stangata sulle sigarette 2023: aumenti di 20 centesimo pacchetto, ecco su quali

Luca
Dal 15 febbraio 2023 arriva anche la stangate sulle sigarette che non si ferma fino al 1 gennaio 2025. Scopriamo i particolari.
Aumento prezzo sigarette

A prevedere l’aumento del prezzo delle sigarette è la bozza della Legge di Bilancio con l’aumento delle accise sul tabacco che non peserà, però, allo stesso modo sui tutte le tipologie di tabacco. E soprattutto sarà spalmato su 3 anni.

Questo significa che il prezzo non aumenterà solo nel 2023 ma anche nel 2024 e nel 2025. Ad aumentare la componente fissa del prezzo ma questo incide poco per il consumatore finale.

Aumento prezzo sigarette, di quanto?

L’aumento fisso sarà di:

  • 36 euro ogni 1.000 sigarette nel 2023;
  • 36,50 ogni 1.000 sigarette nel 2024;
  • 37 euro ogni 1.000 sigarette nel 2025.

L’aumento nel 2023, quindi, sarà in media di 20 centesimi a pacchetto, ma poi aumenterà ancora tra i 10 e 15 centesimi anche nel 2024 e nel 2025. E questo significa che in media il prezzo di un pacchetto, nei prossimi 3 anni potrebbe aumentare di 50 centesimi.

Ma non finisce qui, perchè anche la Legge di Bilancio 2021 aveva previsto per i 4 anni successivi un aumento di 10/15 centesimi ogni anno delle accise per le sigaretta con tabacco riscaldato.

Aumento anche per le sigarette elettroniche fissato al 15% per i liquidi con nicotina e al 10% per quelli senza nicotina.

Aumento dal 15 febbraio 2023, quali marche?

Il rincaro riguarda, tra le marche più note, Merit, Chesterfield, Philip Morris, Winston e Camel, nonché alcune tipologie di Marlboro.

Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
X
Configura Cookie