Stipendio colf e badanti: a gennaio più soldi in busta paga? ecco i motivi

In arrivo aumenti di stipendio per colf e badanti da gennaio, ecco le ultime.
contributi a fondo perduto

Lo scorso anno ad ottobre è stato rinnovato il CCNL per badanti e colf, cioè quello dei lavoratori domestici. Un rinnovo atteso da anni che si è materializzato ad ottobre 2020. Il CCNL sarà in vigore fino al 31 dicembre 2022, ma questo non vuol dire che nulla cambierà, soprattutto come stipendio.

Infatti come prassi, ogni anno (tra gennaio e febbraio) le associazioni dei datori di lavoro domestici e i sindacati, in sede ministeriale si riuniscono quanto meno per aggiornare le tabelle salariali, cioè i minimi di stipendio da applicare.

La ripresa economica di questi tempi ha prodotto un aumento dei prezzi di diversi beni di consumo. In buona sostanza, è salita l’inflazione. Gli stipendi e le pensioni quindi hanno perso potere di acquisto ed in maniera piuttosto netta visto che l’incremento, pur se provvisorio e non ufficiale di cui parla l’Istat, è stato pari all’1,7% (dati Istat fino a tutto settembre 2021). Per questo con buona probabilità, a gennaio gli stipendi dei lavoratori, comprese colf e badanti saliranno.

Badanti e stipendio, si sale da gennaio?

Stando alla prassi usuale, l’aggiornamento delle tabelle stipendiali nel settore domestico sopraggiunge dopo il tavolo tra associazioni datoriali e sindacati. E come già detto, tra gennaio e febbraio di ogni anno questo tavolo ha vita (ad inizio 2021 è saltato perché ad ottobre 2020 si rinnovò il contratto).

In genere i nuovi minimi stipendiali hanno decorrenza a gennaio e ai lavoratori spettano arretrati per i mesi precedenti la fumata bianca del tavolo delle trattative. Al momento non c’è nulla di certo, perché perfino il tasso di inflazione Istat non è ancora definitivo. Ciò che è certo è che la ripresa economica ha fatto salire l’inflazione e questo l’Istat lo ha già confermato.

Di che aumenti si parla per lo stipendio di colf e badanti?

Dal punto di vista dello stipendio, le tabelle attualmente in vigore sono, per i lavoratori in regime di convivenza:

•             Livello A € 645,50

•             Livello AS € 762,88

•             Livello B € 821,56

•             Livello BS € 880,24

•             Livello C € 938,94

•             Livello CS € 997,61

•             Livello D € 1.173,65 più indennità € 173,55

•             Livello DS € 1.232,33 più indennità € 173,55

Per i lavoratori non conviventi invece, come paga oraria abbiamo:

•             Livello A € 4,69

•             Livello AS € 5,53

•             Livello B € 5,86

•             Livello BS € 6,22

•             Livello C € 6,57

•             Livello CS € 6,93

•             Livello D € 7,99

•             Livello DS € 8,33

Se da gennaio verranno rivisitate queste tabelle, stando al dato dell’aumento del costo della vita che fino a settembre era all’1.7% (come detto, è facile immaginare che salirà ancora fino a fine anno), ipotizzando l’adeguamento pieno dello stipendio, le retribuzioni minime saliranno del 100%.

Ricordiamo che parliamo ancora di ipotesi naturalmente, di un ragionamento che si basa su quanto successo in passato e su come potrebbe andare a finire a gennaio prossimo. Resta quindi ipotizzabile che dal primo gennaio gli stipendi delle badanti e di tutti gli altri assistenti familiari potrebbe salire di un buon 2% (calcolando un incremento medio del tasso di inflazione anche nell’ultimo trimestre del 2021 come nei precedenti). E avremmo, sempre ipoteticamente, le seguenti nuove tabelle:

Lavoratori conviventi:

•             Livello A € 658,41

•             Livello AS € 778,14

•             Livello B € 838,00

•             Livello BS € 898,84

•             Livello C € 957,72

•             Livello CS € 1.017,56

•             Livello D € 1.197,12 più indennità € 177,02

•             Livello DS € 1.358,98 più indennità € 177,02

Lavoratori non conviventi

•             Livello A € 4,78

•             Livello AS € 5,64

•             Livello B € 5,98

•             Livello BS € 6,34

•             Livello C € 6,70

•             Livello CS € 7,07

•             Livello D € 8,15

•             Livello DS € 8,50

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
127
Shares
Potrebbe interessarti: