Tassa rifiuti in bolletta elettrica. Beffa e danno per utenti e Comuni?

L’inserimento del pagamento della tassa comunale dei rifiuti (Tari) nella bolletta elettrica
tassa rifiuti

Il partito Italia Viva di Matteo Renzi ha presentato un emendamento al dl Fisco in cui propone l’inserimento del pagamento della tassa comunale dei rifiuti (Tari) nella bolletta elettrica. Di fronte a Comuni in difficoltà per la riscossione, l’effetto psicologico sugli utenti di restare senza luce dovrebbe, secondo i proponenti, funzionare. L’idea nasce come conseguenza di quanto accaduto nel 2016, sempre grazie al partito di Renzi (all’epoca a capo del governo) con l’imposta/canone Rai: l’inserimento in bolletta elettrica portò una riduzione drastica dell’evasione e conseguente crescita del gettito fiscale.

Indipendentemente dal fatto che noi siamo contrari al pagamento di tasse e imposte “mascherate” , cerchiamo di capire razionalità (e irrazionalità) di quanto accade.

E’ di questi giorni l’annuncio che dal 2023 il canone Rai non sarà più riscuotibile tramite bolletta elettrica: oneri estranei alla materia energetica, secondo l’Ue, confliggono con la concorrenza energetica e il Piano di ripresa e resilienza . Al momento non ci sembra che qualche legislatore o governante abbia contestato questo cambiamento per la Rai.

Quindi, non si capisce perché questo conflitto per gli oneri estranei non dovrebbe esserci anche per i rifiuti. Qualcuno crede che il legislatore non si accorga di questo conflitto, magari perché il dl Fisco verrà votato con la fiducia e non nel merito?

Quindi, o siamo noi che non abbiamo capito nulla o qualcuno fa una sorta di gioco sporco che, alla fine, non può che ritorcersi contro: dopo la “bella figura” e “genialata” dell’emendamento per aiutare i Comuni in difficoltà, sembra ovvio che di rifiuti in bolletta elettrica non se può parlare… e il problema rimane identico a prima, con l’aggravante del rimando e dell’accumulo di difficoltà per le amministrazioni comunali. Chi voleva aiutare farebbe, invece, solo beffa e danno! Ai Comuni e agli utenti/contribuenti.

COMUNICATO STAMPA DELL’ADUC

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: