Tradimento: è reato e comporta conseguenze?

Il tradimento di per sè non è un reato ma potrebbe diventarlo a causa delle sue conseguenze.

tradimento

Una volta, il tradimento era considerato reato, tuttavia questa legge valeva solo per le donne che Fino al 1969, erano le uniche a pagare in caso di tradimento: per tradimento non si considerava solo quello carnale ma anche cose più “lievi”.

Tradimento è reato?

Ai giorni nostri il tradimento non è né un illecito civile né tanto meno un illecito penale.

Tuttavia ci possono essere delle eccezioni.
Le conseguenze generali di un tradimento possono essere o il perdono o la fine del matrimonio. La persona tradita, che sia l’uomo o la donna, può decidere di lasciare la propria metà o di perdonarla.

Se si perdona, e se la relazione torna quella di un tempo senza nessun problema non sarà più possibile far nulla per farla pagare al traditore in un secondo momento (fatto salvo il rancore che si può portare dentro si se).

Se invece si decide di non perdonare, la persona tradita potrà chiedere la separazione, in questi casi, possono esserci diversi andamenti della situazione, quindi:

  • se l’effettivo tradimento ha portato alla rottura del matrimonio ci sarà un addebito, le conseguenze sono solo due, chi tradisce non può chiedere il mantenimento ma tuttavia chi viene tradito, se ha il reddito più basso può chiedere un mantenimento.
  • Se invece il traditore riesce a dimostrare che il matrimonio, prima che tradisse, stava comunque per concludersi non ci saranno conseguenze per il traditore.

In questi casi possiamo dire che il cittadino tradito non ha diritto a nessun risarcimento dei danni morali, neanche se dovesse cadere in depressione.

Però, con le parole della giurisprudenza, è previsto un risarcimento nel caso in cui il tradimento continua con attacchi alla reputazione o alla diginità del partner.

Questo accade quando si tradisce pubblicamente, quindi facendo un esempio, baciando davanti ad amici la tua amante, o magari rendere pubblico il tradimento andando ad intaccare la reputazione e la dignità del coniuge tradito.

Con questo possiamo arrivare al punto: quanto il tradimento può essere considerato un reato? Il tradimento non è reato ma può portare a commetterne.

Come detto poco fa quando si attacca la reputazione o dignità si può richiedere un risarcimento, proprio perchè quest’azione è considerata un reato. Infatti scatta il reato di “maltrattamenti in famiglia”