Assegni nucleo familiare figli maggiorenni, quando gli ANF?

Assegno universale

Gli assegni nucleo familiare, chiamati anche ANF, spettano ai genitori lavoratori dipendenti per i figli a carico. Generalmente l’assegno è corrisposto solo per i figli minorenni, in alcuni casi specifici, però, il diritto permane, dietro richiesta di autorizzazione, anche per i figli maggiorenni. Vediamo in quali casi.

Assegni nucleo familiare figli maggiorenni

Il calcolo degli importi degli ANF variano in base alla composizione del nucleo familiare, al numero dei suoi componenti e al reddito complessivo della famiglia.

A poter richiedere gli assegni familiari sono:

  • lavoratori dipendenti del settore privato;
  • lavoratori dipendenti agricoli;
  • lavoratori domestici e somministrati;
  • lavoratori iscritti alla Gestione Separata;
  • lavoratori dipendenti di ditte cessate e fallite;
  • titolari di pensione a carico del Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti, dei fondi speciali ed ex ENPALS;
  • titolari di prestazioni previdenziali;
  • lavoratori in altre situazioni di pagamento diretto.

Come detto in precedenza, però, gli assegni nucleo familiare 2020 possono essere richiesti per i figli di minore età. In alcuni casi anche per i figli maggiorenni, vediamo quali sono i casi.

Se il figlio maggiorenne studia e da parte di un nucleo familiare numeroso, in cui siano presenti almeno 4 figli di età inferiore ai 26 anni, l’ANF può essere richiesto fino al compimento dei 21 anni.

L’assegno al nucleo familiare spetta per i figli maggiorenni anche qualora, indipendentemente dall’età e a patto che non siano coniugati, risultino con inabilità assoluta e permanente a proficuo lavoro.

ANF altri familiari

E’ bene sottolineare, però, che l’assegno nucleo familiare non spetta solo per i figli. Può essere richiesto anche per i nipoti in linea retta minorenni che vivono a carico del nonno. Se maggiorenni, invece, non sono più equiparati ai figli e , quindi, l’assegno non spetta per nipoti maggiorenni studenti (anche se facenti parte di un nucleo familiare numeroso) ne per nipoti maggiorenni inabili a qualsiasi proficuo lavoro.

L’ANF spetta anche per fratelli e sorelle minori di età, o maggiorenni inabili, a patto che siano orfani di entrambi i genitori, non sono coniugati e non hanno diritto alla pensione di reversibilità dei genitori deceduti.

Anf coniuge?

Da sottolineare che molto spesso ci si aspetta di poter percepire gli assegni al nucleo familiare anche per il coniuge se quest’ultimo risulta a carico. Ma così non è. Gli ANF, infatti, sono riconosciuti soltanto per figli, nipoti e fratelli/sorelle minori di età e nel caso che siano maggiorenni e studenti o inabili.

Il coniuge non rientra in nessuna di queste casistiche e, quindi, per lui potranno essere richieste soltanto le detrazioni per familiare a carico.