Bollo auto scaduto ecco perché conviene pagarlo spontaneamente

bollo auto scaduto

Molti di noi vanno in apprensione quando si sente parlare dai media o da persone a noi vicine del pagamento del bollo auto.

Verifica della scadenza del Bollo auto

Allora vediamo come controllare la scadenza e lo stato anche degli anni passati dei pagamenti eseguiti o da eseguire per non incorrere in penalizzazioni pecuniarie da parte di chi riscuote questa tassa.

Facciamo intanto qualche precisazione, perché questa è una tassa in gestione alle Regioni, quando queste sono regioni a statuto ordinario, mentre è gestita dalla Agenzia delle Entrate nel caso di Regioni a Statuto speciale. Quindi tramite il sito della AdE è possibile verificare scadenza in corso e pagamenti eseguiti per le Regioni Sardegna, Friuli Venezia Giulia, Sicilia, Marche e Valle d’Aosta.

Tramite il sito dell’ACI invece si può calcolare l’importo del pagamento da eseguire inserendo sia la targa che la regione in cui risiede il proprietario. La regione di appartenenza è obbligatoria perché come prima accennato i Governi Regionali hanno, anche se in percentuale abbastanza limitata, la possibilità di variare l’importo del bollo auto a loro discrezione.

Mentre per Calabria, Lombardia, Liguria, Piemonte, Puglia e Veneto è possibile effettuare questa verifica sul sito di ognuna delle regioni elencate e inoltre possibile eseguire anche il pagamento.

La procedura di consultazione e pagamento può richiedere l’accesso tramite SPID, il sistema Pubblico d’Identità Digitale, che da modo tramite delle credenziali (username e password) di accedere a tanti servizi on-line delle Istituzioni italiane quali Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL, Comuni e Regioni.

Cosa possiamo fare se ci accorgiamo che la data di scadenza per il pagamento della tassa automobilistica ci è passata sotto il naso e quindi dimenticata?

Lo sappiamo, il bollo auto è una tassa antipatica ma resta tale e quindi deve essere pagata e farlo nei tempi corretti ci evita non poche complicazioni e oneri aggiuntivi quali interessi e more. Ma  una volta scaduta come facciamo a pagarla?

Quanto costa il bollo auto scaduto

Per prima cosa ribadiamo che trattandosi di una tassa regionale scadenza, norme e more possono differire a secondo della residenza del proprietario del veicolo.

In generale possiamo dire che ci saranno delle more da aggiungere all’importo dovuto, ma che sono molto basse se ci si mette in regola nel giro di 15 giorni al massimo. Queste variano anche in base a chi si muove per primo. Quindi se come si dice in gergo tecnico ci “ravvediamo” ovvero se spontaneamente ci adoperiamo per sanare il debito verso l’Ente la mora è sempre minore rispetto a quella che ci verrebbe richiesta dallo stesso Ente nel momento in cui, si accorge dell’omesso pagamento e comunica, con un avviso, la cifra completa di sanzioni e interessi da versare.

Se il “ravvedimento” avviene entro i 15 giorni dalla data di scadenza la mora ammonta allo 0,1% per ogni giorno di ritardo, se invece sono passati più di 15 ma meno di 30 allora la maggiorazione è del 1,5%, che sale a 1,67% se andiamo oltre il mese ma entro 90 giorni. Superati i 90gg ma entro l’anno saliamo al 3,75%. Se invece sono passati anni si arriva al 30% quindi conviene di gran lunga controllare, ed eventualmente sanare, il più presto possibile. 

Come e dove pagare il bollo auto

I canali per eseguire i pagamenti del bollo auto sono diversi e variegati, se decidiamo di usare i contanti o una carta bancaria è possibile pagare presso gli sportelli ACI, Uffici Postali, rivendite di Tabacchi autorizzate oppure agenzie di pratiche auto, anche queste se abilitate a questo tipo di servizio.

C’è anche l’opzione per eseguire il pagamento on-line, possiamo farlo comodamente da casa sul sito dell’ACI o con il proprio home-banking l’importante è avere sempre a portata di mano i dati dell’auto perché tramite quelli viene calcolato l’importo. Fate sempre attenzione, una volta eseguita la transazione, è importante conservare la ricevuta del pagamento qualsiasi sia la modalità con cui si è pagato. Questo per poter dimostrare di essere in regola in caso di errate comunicazioni per mancato pagamento.

Potrebbe interessarti anche Bollo auto calcolo della tassa più odiata: quanto si paga?