Detrazione spese istruzione universitaria: per quali se ne ha diritto?

Quali sono le spese di istruzione universitaria che possono essere portate in detrazione dall’IRPEF al 19%?
Riscatto laurea

A determinare per quali spese universitarie si ha diritto alla detrazione al 19% dall’IRPEF è l’articolo 15 del TUIR el’Agenza delle Entrate ha fornito interessanti chiarimenti in merido nella circolare numero 19 del 2020 nella quale specifica anche queli sono le tipologie di spese che sono ammesse alla detrazione.

Detrazione spese universitarie

In generale la detrazione spetta per le seguenti spese sostenute:

  • pagamento delle tasse di iscrizione e di immatricolazione
  • pagamento delle soprattasse per esami di profitto e di laurea
  • pagamento di iscrizione e partecipazione ai test di accesso previsti per i corsi di laurea ma solo se espressamente previsti dalla facolta (i TOLC per esempio)
  • le spese di diritto fisso dovute per ogni anno accademico quando non si è rinnovata l’iscrizione per almeno due anni accademici consecutivi
  • la frequenza dei TFA (Tirocini Formativi Attivi).
Pubblicità

E’ bene ricordare che la detrazione spetta nella misura del 19% sulla spesa sostenuta solo se l’Università è statale, in caso contrario l’importo massimo ammesso alla detrazione del 19% non deve essere superiore a quanto stabilito, per ogni facoltà, dal Decreto del Ministero annuale che tiene conto degli importi medi degli Atenei Statali per area geografica.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Condivisioni
Potrebbe interessarti: