Naspi, anticipo senza Irpef bloccato, ecco perché?

Quanto stabilito dalla legge di Bilancio 2020 resta appeso ad un provvedimento di attuazione da parte dell’Agenzia delle Entrate, provvedimento che ancora manca
agenzia delle entrate

La legge di Bilancio del 2020 ha introdotto una agevolazione riguardante la liquidazione dell’anticipo della Naspi. Una agevolazione su cui ancora ci sono dei dubbi dal momento che il provvedimento di attuazione manca ancora. Nonostante le rassicurazioni che il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha prodotto, non sono pochi i dubbi che accompagnano la misura.

Irpef e anticipazione della Naspi

Sottoscrivere capitale sociale per una cooperativa e per questo chiedere l’anticipazione della Naspi dovrebbe garantire una agevolazione in materia fiscale per gli interessati. È quanto stabilito dalla legge di Bilancio 2020.

Usiamo l’ipotetico perché manca ancora l’ufficialità che per provvedimenti di questo tipo deve scaturire da un decreto attuativo o da un atto simile. E per la questione di cui parliamo oggi, occorre un provvedimento attuativo con tanto di indicazioni di carattere operative dell’Agenzia delle Entrate. Il provvedimento ancora non è stato emanato dal Fisco nonostante come prassi doveva essere emanato a marzo.

Naspi ed esenzione IRPEF

Come si legge sul sito “Informazionefiscale.it”, il  Ministero dell’Economia e delle Finanze ha tranquillizzato le preoccupazioni definendo le lavorazioni sul provvedimento dell’Agenzia delle Entrate come in corso.

Lo ha fatto direttamente Claudio Durigon, sottosegretario del Ministero di Economia e Finanze rispondendo alle interrogazioni.

“Va ricordato che l’anticipo Naspi riconosciuto per la sottoscrizione di capitale sociale di una cooperativa nella quale il rapporto mutualistico ha ad oggetto la prestazione lavorativa da parte del socio è esente Irpef”, questo ciò che di fatto viene confermato dal Sottosegretario che anticipa come presto il provvedimento attuativo del Fisco vedrà i natali.

Il provvedimento come è naturale che sia, riguarda i lavoratori ai quali la Naspi può essere erogata in soluzione unica nel caso in cui decidano di aprire una partita IVA, di mettersi in proprio aprendo una attività autonoma o diventando soci di una cooperativa.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: