Pensione a 64 anni con computo in Gestione Separata

Quando è possibile accedere alla pensione a 64 anni utilizzando il computo nella Gestione Separata?

Pensione anticipata contributiva

Pensione contributiva a 64 anni. Si tratta della pensione anticipata contributiva, una misura che richiede soltanto 64 anni unitamente a 20 anni di contributi accreditati.

Ma, c’è un ma. Si perchè la misura è accessibile soltanto a chi ha tutti i contributi versati nel contributivo puro e non possiede contributi ricadenti nel sistema retributivo o misto.

Pensione a 64 anni

La pensione a 64 anni, quindi, richiede i seguenti requisiti:

  • almeno 64 anni di età
  • almeno 20 anni di contributi versati
  • che l’importo dell’assegno liquidato sia pari o superiore a 2,8 volte il trattamento minimo INPS
  • che tutti i contributi siano stati versati nel sistema contributivo.

Quando i contributi possono essere considerati versati nel sistema contributivo puro? In due semplici casi: quando sono stati maturati tutti dopo il 31 dicembre 1995 o quando l’interessato possa optare per il computo nella Gestione Separata.

Computo nella Gestione Separata

Cerchiamo di capire cos’è il computo nella Gestione Separata e chi può avvalersene per poter accedere alla pensione anticipata con 64 anni e 20 anni di contributi.

Per poter esercitare il computo nella Gestione Separata è necessario avere una posizione previdenziale aperta in questa gestione e averci versato almeno 1 contributo mensile.

Il computo altro non è che lo spostare tutti i contributi versati presso altre casse previdenziali nella Gestione Separata portando, di fatto, tutti i contributi ad essere calcolati con il sistema contributivo puro.

Per poter effettuare il computo nella Gestione Separata è necessario, però, essere in possesso di determinati requisiti, ovvero:

  • almeno 15 anni totali di contributi versati
  • almeno 5 anni di contributi versati dopo il 1 gennaio 1996
  • anzianità contributiva al 31 dicembre 1995
  • meno di 18 anni di contributi versati prima del 1996.

Per esercitare il computo nella Gestione Separata, quindi, sono necessari soltanto 15 anni di contributi ma sono esclusi dalla facoltà di computo i contributivi puri, ovvero coloro che non hanno anzianità contributiva al 31 dicembre 1995 ma anche i retributivi, ovvero coloro che rientrano nel sistema retributivo fino alla fine del 2011.