Pensione anticipata calcolo: come sapere quanto spetta di assegno?

Come si fa a calcolare la pensione anticipata spettante? L’INPS mette a disposizione un sistema di simulazione a tutti i lavoratori.
Pensione

Molti lavoratori con l’avvicinarsi della quiescenza iniziano a preoccuparsi dell’importo del futuro assegno pensionistico. Soprattutto chi può accedere alla pensione anticipata, visto che dovrà vedersi applicare dei coefficienti di trasformazione meno favorevoli. Ma come si può fare un calcolo della pensione anticipata spettante?

Il calcolo della pensionevaria in base ai contributi versati dal lavoratore al 31 dicembre 1995. Pe chi a tale data è privo di anzianità contributiva, infatti, la pensione viene liquidata con il sistema di calcolo interamente contributivo, stesso sistema di calcolo sarà applicato anche a coloro che scelgono l’opzione al sistema contributivo pur avendo contributi versati prima del 1996.

Per i soggetti in possesso di contributi al 31 dicembre 1995, invece, sarà applicato il sistema di calcolo retributivo o misto.

Proprio per questo motivo, soprattutto per chi ha contributi versati prima del 1996, appare molto complicato prevedere l’importo della pensione (ricordiamo che per il sistema retributivo sono previste quota A e quota B).

Proprio per questo motivo l’INPS mette a disposizione di tutti i lavoratori un servizio che consente la simulazione della pensione spettante al termine dell’attività lavorativa.

Il calcolo presunto dall’INPS si basa su tre elementi fondamentali, ovvero stosia lavorativa, età del lavoratore e retrbuzione/reddito.

Pensione anticipata calcolo INPS

Del servizo messo a disposizione dall’INPS possono fruire:

  • i lavoratori con contribuzione versata al Fondo pensioni lavoratori dipendenti;
  • i lavoratori con contribuzione versata alla Gestione Separata;
  • gli iscritti alla Gestione Dirigenti di aziende industriali;
  • i lavoratori con contribuzione versata agli altri fondi e gestioni amministrate dall’INPS

Attraverso il servizio “La mia pensione futura” è possibile non solo simulare la pensione spettante ma anche controllare i contributi che risultano versati all’INPS (e capire, quindi, se ci sono periodi di contribuzione mancante), conoscere la data presunta di maturazione della pensione, ipotizzare una sospensione del lavoro prima della decorrenza della pensione e capire come ciò possa influire sulla pensione spettante e scegliere l’eventuale fondo su cui basare la simulazione.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: