niente rimborso 730 niente rimborso 730

Pensioni minime a 600 euro subito e presto a 1.000 euro

Pensioni minime a 600 euro, per ora, ma arriveranno a 1.000 euro secondo le intenzioni del governo. Vediamo.

Se la riforma delle pensioni con le misure di maggior vantaggio per le uscite anticipate sono una priorità, tanto per il governo quanto per la collettività, anche gli importi delle pensioni non sono da meno. E così che si torna a parlare di aumento delle minime, ben oltre la perequazione che pure da gennaio segnerà aumenti importanti sulle pensioni. Si stanno ultimando i lavori della Legge di Bilancio e in seno alla maggioranza del Governo si discute su alcune misure da sistemare. Tra queste le pensioni minime.

Pensioni minime a 600 euro subito?

Ogni partito della maggioranza ha i suoi cavalli di battaglia. E lo hanno dimostrato in campagna elettorale dove, pur se uniti, i partiti avevano me loro priorità. E la Lega per esempio batteva sulla quota 41 per tutti. Forza Italia invece aveva nell’aumento delle minime a 1.000 euro la misura per eccellenza. Ed è su questo che continua a spingere.

Almeno stando a quello che si legge sui maggiori quotidiani oggi in edicola. Sembra che nelle riunioni che in queste ore sono copiose per la manovra, gli azzurri hanno chiesto un sacrificio sulle pensioni minime. Nella legge di Bilancio infatti queste minime non sono per niente inserite in alcun provvedimento. E per i parlamentari di Forza Italia le pensioni minime a 600 euro dovrebbero essere inserite come un provvedimento ad hoc nel testo della manovra.

Entro fine legislatura, le minime a 1.000 euro

Secondo i capigruppo azzurri di Senato e Camera Infatti, le pensioni minime a 600 euro dovrebbero essere la base di partenza di quello che resta l’obiettivo finale. Per Forza Italia infatti la promessa elettorale era quella di portare le pensioni minime a 1.000 euro. Una promessa che ha ricalcato quello che un vecchio governo Berlusconi fece con il famoso incremento al milione.

Una misura che ancora oggi sortisce i suoi effetti su molti assegni previdenziali. Il tempo comunque è tiranno da questo punto di vista. È evidente visto l’imminente scadenza della legge di Bilancio che materialmente il tempo per preparare un incremento delle pensioni minime a 600 euro è ristretto. Resta il fatto che l’obbiettivo è salire ebrei fine legislatura a pensioni minime a 1.000 euro

Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina