Prendere la Naspi al posto della pensione, perché a volte non si può

mazzarella
Si può prendere la Naspi anche se sono stati raggiunti i requisiti per una pensione?
pensione e stipendio badanti e colf

Prendere la Naspi una volta raggiunti i requisiti della pensione è possibile? la domanda ha delle risposte variabili in base alla misura pensionistica che si deve richiedere. Infatti a volte la Naspi non si può richiedere se si maturano i requisiti per delle pensioni e addirittura per chi già prende l’indennità per disoccupati, questa decade una volta raggiunto il diritto alla pensione. Ma ci sono casi in cui è il diretto interessato che può scegliere.

Ecco quando le pensioni ordinarie precludono il diritto alla Naspi

Partiamo dal concetto base che il diritto alla Naspi non è determinato dall’età del richiedente ma dal diritto alla pensione dello stesso richiedente. In termini pratici, non è che a 67 anni di età, dal momento che si raggiunge l’età pensionabile, si perde il diritto a chiedere o prendere la Naspi. Perché per la pensione 67 anni di età non bastano se non ci sono anche almeno 20 anni di contributi. Quindi, chi anche se ha compiuto i 67 anni di età non matura il diritto alla pensione, può prendere la Naspi tranquillamente, anche a 68 anni o più. Però è anche vero che chi ha maturato il diritto alla pensione di vecchiaia ordinaria, oppure alla pensione anticipata ordinaria (42,10 anni di contributi per gli uomini, 41,10 per le donne), non può richiedere la Naspi. E nel caso in cui la percepisce, la perderà non appena matura il diritto a prendere il primo rateo di pensione. Significa che per esempio, il disoccupato beneficiario di Naspi perderà il diritto alla Naspi dopo 3 mesi di finestra dal raggiungimento dei 42,10 anni di contributi se uomo e 41.10 anni di contributi se donna.

Prendere la Naspi al posto della pensione, ecco quando si può

Abbiamo detto che il fattore discriminante per il diritto alla disoccupazione non è l’età ma il diritto alla pensione. Ma solo per le misure ordinarie. La Naspi decade al raggiungimento dei requisiti per la pensione di vecchiaia o anticipata, ma non per chi ha raggiunto il diritto alla quota 103, ad opzione donna ed a qualsiasi altra misura in deroga ai requisiti ordinari. Perché si tratta di misure opzionali, che il diretto interessato può decidere di sfruttare o meno. Quindi, chi raggiunge i 41 anni di contributi ed i 62 anni di età utili alla quota 103, se prende la Naspi può continuare a farlo. Oppure può partire con il chiedere la Naspi nonostante abbia già raggiunto i requisiti per la quota 103. Alla pari quindi di chi anche a 67 anni, non avendo 20 anni di contributi non rischia di perdere l’indennità per disoccupati.

Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Configura Cookie