Riforma pensioni 2024, quanti anni di contributi serviranno?

Avatar photo
Dopo la riforma pensioni 2024 quanti saranno gli anni di contributi necessari per accedere al pensionamento anticipato?
Riforma pensioni 2024

Ovviamente ancora non si sa quanti saranno gli anni di contributi che serviranno per andare in pensione con un’ipotetica riforma pensioni 2024. Quello che sappiamo è che qualsiasi riforma verrà varata avrà un’introduzione graduale e questo ci fa supporre che per il 2024 (e anche per gli anni successivi) si potrà utilizzare ancora la pensione anticipata ordinaria.

Rispondiamo, in questo articolo, alle domande di alcuni lettori sui requisiti di pensionamento.

Pensione con 41 anni di contributi

Buonasera, ho 41 anni di contributi,  invalidità al 75%  legge 104 ,ormai compio 58 anni, e ho  due figli.  Volevo chiedere, se e’ stato approvato lo sconto per ogni figlio. Quanto devo ancora aspettare per andare in pensione? Attendo fiduciosa una vostra risposta,  grazie. Distinti saluti 

Purtroppo se anche il bonus per ogni figlio dovesse essere attuato lo sarà solo dal 2024, nel suo caso raggiungerebbe i 41 anni e 10 mesi di contributi prima della fine del 2023. Ma lei, essendo invalida e essendo anche precoce può accedere alla pensione fin da subito con la Quota 41 precoci come invalida.

A tal proposito le consiglio di rivolgersi ad un patronato quanto prima per presentare la domanda di riconoscimento del beneficio e andare in pensione il prima possibile.

Quota 41 nella riforma pensioni 2024?

Buongiorno.Nel 2024 maturo quasi 39anni di contributi e in più da Giugno 2022 ho ottenuto un invalidità pari all’80%.Se riscattassi il diploma di infermiere e considerando che nel Febbraio 2024 avrei 64 anni potrei usufruire della quota 41 e andare in pensione? Grazie 

Al momento non si sa se la quota 41 per tutti a prescindere dall’età sarà prevista a partire dal 2024. Non sapendo, quindi, se potrà andare in pensione il prossimo anno le consiglierei di attendere ancora un pò prima di procedere al riscatto degli anni di diploma infermiere che potrebbe anche non servirle per anticipare la pensione.

In ogni caso se lavora nel settore privato con l’80% di invalidità potrà accedere fin da subito alla pensione di vecchiaia anticipata per gli invalidi che richiede, per gli uomini, 61 anni ed almeno 20 anni di contributi.

Per dubbi e domande è possibile scrivere a: info@pensioniefisco.it
I nostri esperti provvederanno a dare una risposta al tuo quesito in base all’originalità.

Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
X
Configura Cookie