Riscatto laurea per la pensione, vale la pena oppure no?

Non sempre il riscatto della laurea vale la pena essere effettuato, soprattutto quando non permette un reale anticipo.
Riscatto laurea

Il riscatto laurea permette di valorizzare ai fini previdenziali i periodi dedicati alla studio universitario che hanno dato luogo ad una Laurea. Da premettere che è possibile riscattare solo la durata legale del corso di studi e non gli eventuali periodi fuori corso.

Essendo, però, il riscatto oneroso non sempre vale la pena effettuarlo.

Riscatto Laurea

In questo articolo rispondiamo alla domanda di una lettrice di Pensioniefisco.it

Buonasera, sono nata il 20 maggio 1963.Nel 1989 ho conseguito la laurea in lingue. Gli anni del corso legale vanno dal 1982 al 1986.Sono andata fuori corso tre anni.Ho iniziato a lavorare il 18 dicembre 1992 presso l’ente Poste italiane con contatto trimestrale, poi prorogato fino al 16 giugno 1993 e contributi regolarmente versati all’INPS.Il 1 dicembre 1993 sono stata assunta dal Comune di Milano come assistente di biblioteca con contratto a termine di un anno ma poi passata di ruolo il 19 luglio 1994, e tutt’ora lavoro.Al momento ho maturato 27 anni e quasi due mesi di contributi, più i sei mesi della Posta.Io dovrei andare in pensione nel 2031.Vorrei sapere se varrebbe la pena di riscattare i quattro anni di laurea per un anticipo pensionistico e se questi quattro anni potrebbero servire per aumentare l’importo della mia futura pensione,dato che il riscatto tradizionale è piuttosto oneroso. Cordiali saluti

Pubblicità

Per comprendere se il riscatto oneroso del periodo di studi conviene oppure non è da capire se permetterà un reale anticipo previdenziale oppure è volto solo ad aumentare (di poco) l’assegno pensionistico spettante.

Lei ha 58 anni e dovrebbe aver maturato circa 28 anni di contributi. Riscattando i 4 anni di durata del corso legale di studi arriverebbe ad avere 32 anni di contributi. Per accedere alla pensione anticipata le mancherebbero, quindi, circa 10 anni di contributi e la raggiungerebbe, nonostante il riscatto, a 68 anni circa, ben oltre l’età con cui potrebbe accedere alla pensione di vecchiaia.

Avendo un costo, se si sceglie il riscatto agevolato, di circa 20mila euro per i 4 anni in questione, a mio avviso, proprio per il fatto che non le permette un reale anticipo della pensione, nel suo caso il riscatto della laurea non vale la pena.

Per dubbi e domande è possibile scrivere a: info@pensioniefisco.it
I nostri esperti provvederanno a dare una risposta al tuo quesito in base all’originalità

Pensioni & Fisco è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, iscriviti clicca sulla stellina in alto e resta sempre aggiornato, clicca qui.

Google News Edition Icon
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: