Soldi su Paypal: sono soggetti a controlli del Fisco?

I soldi su Paypal sono al sicuro dai ladri e dai controlli del Fisco? Si tratta di una banca estera che non è costretta alla condivisione dei dati con l'anagrafe tributaria.

Paypal

Sono molti i cittadini che nell’ultimo periodo si stanno concentrando sui propri soldi cercando di capire come proteggere i propri risparmi.

Si è parlato in diverse occasioni di un possibile prelievo forzoso,subito smentito dal Governo Conte.

Ma si parla diffusamente anche dei possibili controlli che il Fisco può effettuare sui conti correnti e sui libretti di risparmio.

Soldi su Paypal, sono al sicuro?

Il terrore che attanaglia i risparmiatori è che il Fisco possa in qualche modo mettere in dubbio la provenienza dei risparmi. Poniamo il caso di famiglie che per anni hanno accantonato cifre in casa (i famosi soldi sotto il materasso) e che ora, impaurite non sanno come liberarli e spenderli per paura che il Fisco possa supporre che derivino da lavoro in nero.

Un trucco per tenere i propri soldi al sicuro da ladri e dai controlli del Fisco è quello di affidarsi ad una banca estera.

Come e dove trovo una banca estera? Verrebbe da chiedersi. Ma ne abbiamo una a nostra disposizione tutti e si tratta di Paypal.

Paypal, infatti, essendo una banca estera non è soggetta alle normative cui sono sottoposte le banche italiane e non deve comunicare informazioni all’anagrafe tributaria per i controlli incrociati del Fisco.

Paypal, inoltre, fornisce anche una carta di credito con cui poter collegare il proprio conto Paypal. La carta di credito Paypal, poi, può essere utilizzata per pagare i propri acquisti sia online che nei negozi fisici che accettano il circuito Mastercard.

Gli importi presenti sui conti PayPal ovviamente, non sono segreti ma i dati in esso contenuti non saranno facilmente accessibili così come lo sono quelli dei conti correnti tradizionali. E, come tutti ben sappiamo, molto spesso le difficoltà scoraggiano dall’effettuare ricerche più approfondite.