A 60 anni si possono prendere sussidi o andare in pensione, ecco come fare

mazzarella
Una volta arrivati a 60 anni puoi fare domanda di pensione se hai i requisiti, oppure puoi chiedere l’Assegno di Inclusione.
pensioni e sussidi

A 60 anni ti senti troppo vecchio per continuare a lavorare? Probabilmente hai ragione. Ma non perché lo diciamo noi di Pensioni&Fisco. La nostra considerazione nasce da ciò che i legislatori hanno fatto. Perché se è vero che il governo ha deciso di rendere l’Assegno di Inclusione una misura valida solo per alcune categorie, e dentro queste categorie ci sono gli over 60, allora qualcosa di vero c’è. Ma allora che fare a 60 anni se non si può più lavorare?

Pensioni a 60 anni, eccole

A 60 anni si può andare in pensione. Ma solo dopo lunghe carriere. Infatti chi compie i suoi 60 anni, per la pensione deve avere 42 anni e 10 mesi di contributi versati se si tratta di un uomo. Oppure se si tratta di una donna, serve arrivare a 41 anni e 10 mesi di contributi versati. Se invece il lavoratore, uomo o donna che sia, è un precoce può andare in pensione con 41 anni di contributi versati. Ma solo se ha un anno di contribuzione versato prima del diciannove anni di età e soprattutto se rientra tra i caregiver, gli addetti ai lavori gravosi, i disoccupati o gli invalidi. Alternative alla pensione anticipata ordinaria o alla quota 41 per i precoci non sono molte per uscire dal lavoro. Infatti queste due misure sono le uniche che non prevedono limiti anagrafici mentre tutte le altre misure prevedono un’età minima per uscire dal lavoro. E prevedono un’età ben più alta dei 60 anni. Sono alcune lavoratrici che hanno una invalidità pensionabile all’80% almeno oppure che rientrano in opzione donna possono sfruttare dei canali di uscita prima dei 60 anni.

I sussidi possono essere utili per lasciare il lavoro

Alternativa alla pensione a 60 anni è quella di cui accennavamo in premessa. Infatti una persona di 60 anni di età senza lavoro può soltanto rientrare in quel sussidio che si chiama Assegno di Inclusione. Naturalmente pure in questo caso non basta semplicemente arrivare a 60 anni di età perché tutto dipende anche dalla situazione reddituale, patrimoniale e dall’ISEE del nucleo familiare. Infatti per entrare nella misura che ha preso il posto del Reddito di Cittadinanza bisogna avere un ISEE non superiore a 9.360 euro. Inoltre in base alla scala di equivalenza e ai componenti il nucleo familiare è necessario anche che il reddito non sia superiore a 6.000 euro incrementato proprio sui componenti la famiglia e sulla relativa scala di equivalenza. Ricapitolando, una volta arrivati a 60 anni puoi fare domanda di pensione se hai i requisiti, oppure puoi chiedere l’Assegno di Inclusione.

Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
X
Configura Cookie