Anticipo TFS statali, gli esclusi: no con opzione donna, ape sociale e alle forze armate

Non tutti i dipendenti pubblici potranno accedere all'anticipo del TFS: esclusi opzione donna e Ape sociale.

tredicesima

La circolare numero 130 dell’INPS del 2020 precisa che l’anticipo del TFS erogato dalle banche non può essere richiesto dal comparto difesa, sicurezza e soccorso ma neanche dalle lavoratrici che accedono alla pensione con l’opzione donna.

Anticipo TFS, gli esclusi

L’anticipo del TFS si rivolge a tutti i dipendenti della pubblica amministrazione che accedono alla pensione con i requisiti previsti dall’articolo 24 del DL 201/2011 (ovvero coloro che escono dal mondo del lavoro o con 67 anni di età e 20 anni di contributi, o con l’anticipata ordinaria con 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e un anno in meno per le donne) e coloro che hanno utilizzato la quota 100 accedendo con almeno 62 anni di età e con 38 anni di contributi.

Esclusi dalla possibilità di accedere al finanziamento tutti coloro che  hanno avuto accesso (o lo avranno) al pensionamento con requisiti diversi da quelli previsti dalla norma.

Gli esclusi dall’anticipo TFS, quindi, saranno i dipendenti delle Forze Armate, delle Forze di Polizia e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Ma rimangono esclusi anche coloro che accedono alla pensione con l’opzione donna, l’ape sociale o con uno dei regimi di salvaguardia.