Benefici e agevolazioni legge 104: cosa si intende per handicap grave?

Quando viene certificato l’handicap grave con la legge 104 e quali benefici e agevolazioni comporta?
Legge 104

La legge 104 certifica l’handicap del disabile, ovvero la sua difficoltà di interagire con l’ambiente circostante rispetto alla norma. Questo per il disabile comporta una situazione di svantaggio che gli crea degli ostacoli, più o meno gravi, nella partecipazione alla via sociale.

Ma non tutti gli stati di disabilità sono ugiali e proprio per questo, come accade nel riconoscimento dell’invalidità civile, ci sono diversi gradi per misurare lo svantaggio.

La legge 104 esordisce definendo quello che è l’handicap, ovvero “È persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che causa difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.”

Quando l’handicap è grave?

La legge 104 può attribuire l’articolo 3, comma 1, ovvero il solo handicap, oppure l’articolo 3, comma 3, l’handicap grave.

La gravità nella situazione di handicap si verifica quando c’è il bisogno di assistenza continuan sia nella sfera relazionale che in quella personale. Le connotazioni di gravità dell’articolo 3, comma 3, sono così definite dalla legge 104 “Qualora la minorazione, singola o plurima, abbia ridotto l’autonomia personale, correlata all’età, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione, la situazione assume connotazione di gravità.”

Quali benefici per l’handicap grave?

Chi è certificato con grave handicap, proprio per sopperire allo svantaggio che la disabilità comporta, ha tutta una serie di agevolazione che toccano diverse sfere della vita, dalla mobilità, all’integrazione passando anche per la cura e l’assistenza.

Chi è riconosciuto con legge 104, articolo 3 comma 3 ha diritto:

  • all’Iva agevolata sull’acquisto auto (4%), alla detrazione sull’acquisto, l’esenzione dal pagamento del bollo auto e l’esonero dall’imposta per la trascrizione del passaggio di proprietà: queste agevolazioni sono riconosciute, però solo a chi presenta determinate forme di handicap che ne pregiudicano la mobilità.
  • Detrazione Irpef maggior per la persona che ha a carico un titolare di legge 104
  • Detrazione spese di assistenza specifica
  • Detrazione spese sanitarie che comprendono anche mezzi di ausilio e apparecchi correttivi
  • Detrazione spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche
  • Detrazione per l’acquisto di ausili tecnici informatici per l’integrazione sociale (Ed IVA al 4% sugli stessi)
  • Tasse sull’eredità esentate per importi fino a 1,5 milioni di euro
  • Maggiorazione dell’assegno al nucleo familiare e dell’assegno unico
  • Esonero dalla visita fiscale in caso di assenza dal lavoro per patologia connessa alla disabilità
  • 3 giorni di permesso mensile dal lavoro per il disabile lavoratore e per il familiare che lo assiste.
📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
23
Shares