Bollette luce, gas e acqua: il bonus sociale cambia dal 1° gennaio, ecco le novità

tredicesima

Per le bollette di luce, acqua e gas dall’anno venturo sconti automatici e nessuna domanda necessaria. Cambia la struttura del bonus sociale dal 2021. Una serie di novità molto importanti per le famiglie che comunemente hanno a che fare con questa misura che arriva a scontare le loro bollette domestiche per evidente stato di disagio delle famiglie stesse. Il bonus sociale è una cosa a cui molte famiglie italiane da anni si sono abituate, con le domande che vanno presentate ogni anno in genere a marzo, per poter sfruttare sconti in bolletta previsti dalla legge.

Il cosiddetto bonus sociale è il regime di compensazione della spesa sostenuta sia per la fornitura di energia elettrica che per quella del gas o dell’acqua.  La misura nasce con l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per le loro utenze domestiche.

Dal 2021 però questo bonus cambia pelle. Vediamo di approfondire tutto quello che occorre sapere.

 Bonus luce, gas e acqua, ecco cosa cambia dal 1° gennaio

Dal prossimo anno l’agevolazione prevista dal cosiddetto bonus sociale diventerà automatica. In pratica le famiglie non dovranno più andare a presentare la domanda. Questa la principale novità che verrà introdotta rispetto all’attuale meccanismo di concessione del beneficio. Partirà tutto dal 1° gennaio 2021, quando come dicevamo, nessuna domanda sarà più necessaria e l’agevolazione diventerà automatica. Il bonus è collegato all’Isee e per questo i richiedenti ogni hanno erano chiamati ad allegare alla domanda, insieme al documento di riconoscimento in corso di validità del titolare della fornitura di luce, acqua e gas, anche la copia della certificazione Isee (Indicatore della situazione economica equivalente).

Basterà rinnovare l’Isee

L’agevolazione quindi diventerà automatica, ma resterà comunque collegata all’Isee e quindi alla numerosità della famiglia anagrafica, ai redditi, ai patrimoni e alle condizioni di disagio anche fisico dei componenti il nucleo familiare. Dovrebbe bastare rinnovare o andare a chiedere il nuovo Isee a gennaio, per poter godere, se spettante, del bonus per le bollette.