Bollo auto e superbollo: quando vanno pagate le due tasse?

superbollo

Come facciamo a sapere quanto e quando pagare il bollo auto e il superbollo? E nel caso lo si debba pagare come possiamo calcolarne correttamente l’importo?

Cerchiamo di rispondere a queste domande…

Per ciò che riguarda l’importo e le modalità di pagamento del bollo auto, che è una tassa regionale, sono diversi i modi per reperire le informazioni necessarie al cittadino, che consentono di eseguire nei tempi e nei modi corretti il pagamento.

Bollo auto e superbollo: dove trovo le informazioni?

Sul sito dell’ACI è possibile reperire le informazioni per le regioni Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Valle d’Aosta, e le province Autonome di Bolzano e Trento. Sempre sul portale ACI è possibile pagare online comodamente da casa.

Per le regioni Calabria, Marche e Veneto è possibile, consultando i relativi siti dei governi locali, ottenere le informazioni per procedere al calcolo dell’importo ed al pagamento del bollo auto.

Il Superbollo, cos’è, come si calcola e come si paga?

Si chiama superbollo ed è una tassa statale addizionale della tassa automobilistica (bollo auto), quindi è un qualcosa che si paga in più e non sostituisce il bollo auto che va sempre e comunque pagato. Si è tenuti al pagamento se la potenza erogata dal motore supera i 185Kw.

Le disposizioni in materia stabiliscono un importo di 20 euro per ogni Kw di potenza oltre i 185. Es. per un auto che ha 192 Kw, quindi 7Kw oltre i 185, l’importo del superbollo ammonta a (7 X 20) 140 euro.

Il calcolo, per essere corretto, deve tenere conto anche dell’anzianità del veicolo, questo perché scattano delle riduzioni ogni cinque anni di vita, come schematicamente riportato di seguito.

da 0 a 5 anni:    intero importo (20euro per ogni Kw eccedente i 185)

da 6 a 10 anni:  si applica una riduzione del 15% sull’intero importo

da 11 a 15 anni:si applica una riduzione del 30% sull’intero importo

da 16 a 20 anni:si applica una riduzione del 60% sull’intero importo

i veicoli che hanno più di 20 anni non sono più soggetti al superbollo.

Per il pagamento entro i termini, ovvero, anche se in ritardo ma eseguito spontaneamente (ravvedimento operoso), come riportato dalla Agenzia delle Entrate, bisogna compilare il modello F24 con il relativo codice tributo abbinato all’importo versato.

Codice Tributo: 3364 – Descrizione: Addizionale erariale alla tassa automobilistica

Codice Tributo: 3365 – Descrizione: Addizionale erariale alla tassa automobilistica – Sanzione

Codice Tributo: 3366 – Descrizione: Addizionale erariale alla tassa automobilistica – Interessi

Se invece il pagamento viene eseguito dopo un’accertamento allora i codici tributo cambiano e  sono riportati di seguito.

Codice Tributo: A500 – Descrizione: Addizionale erariale alla tassa automobilistica

Codice Tributo: A501 – Descrizione: Addizionale erariale alla tassa automobilistica – Sanzione

Codice Tributo: A502 – Descrizione: Addizionale erariale alla tassa automobilistica – Interessi

Dall’anno  2012, la scadenza del superbollo è la stessa la stessa indicata per il bollo auto. Con il modello F24, opportunamente compilato, si può procedere al pagamento presso la propria banca o presso uno dei tanti uffici postali presenti sul territorio Italiano. Ricordo che i pagamenti eseguiti tramite questa modalità sono esenti da commissioni da parte di chi lo esegue, e che si vada in banca o in posta è possibile pagare sia in contanti che con carta elettronica, oppure con addebito diretto sul conto corrente se l’operazione viene eseguita presso la propria banca o in posta se si è intestatari di un conto corrente postale.