Bonus consumi: il cashback parte il 1 dicembre, primo rimborso a febbraio 2021

Al via il cashback dal 1 dicembre con primo rimborso a febbraio 2021.

Bonus consumi

La prima fase di sperimentazione del cashback, il rimborso del 10% di quanto speso pagando con metodi di pagamenti tracciabili, partirà il 1 dicembre 2020 ed il primo rimborso, dal valore massimo di 150 euro, si potrà avere già a febbraio 2021.

In questa fase di sperimentazione del bonus consumi, che serve ad incentivare l’utilizzo del pagamento tramite carte di credito e bancomat, il tetto di spesa su cui verrà calcolato il 10% di rimborso sarà di 1500 euro.

Potrà ottenere il rimborso chi, nel corso del mese di dicembre farà almeno 10 pagamenti con il bancomat e carta di credito in negozi fisici ed esercenti ( esclusi, quindi, i pagamenti con carta di credito effettuati online).

Come avverrà il rimborso? Direttamente sul conto corrente di coloro che partecipano all’iniziativa. Il tetto massimo di spesa per un singolo acquisto, in ogni caso, è fissato a 150 euro ma vige anche il divieto di frazionare i pagamento per aumentare le transazioni eseguite (ed evitare a priori eventuali furbetti del cashback che per scalare la classifica dei maggiori utilizzatori possano, quindi, frazionare spese importanti presso lo stesso esercente).

A partire da gennaio, poi, il conteggio per il rimborso del 10% su quanto speso (su un massimo sempre di 1500 euro ogni semestre) sarà su base semestrale con ritorno del riborso a luglio 2021, gennaio 2022 e luglio 2022.

Il rimborso massimo ottenibile ogni anno sarà pari a 300 euro ma ogni semestre saranno richieste almeno 50 transazioni di pagamento anche di piccolo importo (come ad esempio il caffè al bar). L’obiettivo di questa misura, infatti, resta il contrasto all’evasione fiscale sicuramente incentivato dalla circolazione del denaro contante.

Per poter partecipare all’iniziativa è necessario iscriversi all’app IO della Pubblica Amministrazione fornendo il proprio codice fiscale e gli estremi di una o più carte di credito con Iban associate al conto corrente. Si ricorda che per poter partecipare è necessario essere in possesso di Spid.