Cartelle esattoriali: cancellazione dei debiti più bassi, rottamazione e saldo e stralcio

Nuovo saldo e stralcio con cancellazione delle cartelle esattoriali fino a 5mila euro e nuova rottamazione.
taglio reddito

Atteso a breve un provvedimento del governo di Mario Draghi che preveda una nuova pace fiscale. Per ora si tratta di ipotesi, anticipate da Italia Oggi, che se confermate potrebbero dare una boccata di ossigeno non da poco ai contribuenti italiani.

Le ipotesi avanzate sono quelle di un saldo e stralcio per le cartelle esattoriali di importo fino a 5mila euro a partire dai debiti dei 2015 a cui aggiungere una nuova rottamazione per le altre.

Il provvedimento governativo dovrebbe arrivre nei prossimi giorni anche se l’entrata in vigore potrebbe slittare a giugno. Proprio per questo motivo sembra plausibile pensare che per rendere coerente la cosa potrebbe esserci una nuova proroga di almeno 2 mesi per il pagamento delle rate delle rottazioni già avviate.

Saldo e stralcio cartelle

Con il sanlo e stralcio delle cartelle di importi inferiori a 5mila euro il governo verrà senza dubbio incontro ai contribuenti che hanno debiti bassi consentendo allo stesso tempo all’Agenzia delle Entrate di concentrarsi sulle altre cartelle esattoriali.

Pubblicità

A differenza del saldo e stralcio del 2018 che consentiva la cancellazione dei debiti fino a 1000 euro, il nuovo saldo e stralcio consentirebbe un pò di ossigeno in più prevedendo allo stesso tempo per i debiti superiori a 5mila euro una nuova rottamazione rateizzabile il 24 mesi senza sanzioni nè interessi.

Pensioni & Fisco è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, iscriviti clicca sulla stellina in alto e resta sempre aggiornato, clicca qui.

Google News Edition Icon
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: