Congedo straordinario genitori e bonus baby sitter Decreto Ristori bis, ecco a chi spettano

Con il decreto Ristori bis previsto nuovo bonus baby sitter e nuovo congedo straordinario genitori.

bonus baby sitter

All’articolo 13 e 14 del decreto Ristori Bis sono previsti il congedo straordinario e il nuovo bonus baby sitter. Vediamo chi può fruirne e in che condizione.

Congedo straordinario genitori

All’articolo 13 del decreto Ristori Bis è previsto il congedo straordinario per i genitori lavoratori dipendenti. Può essere richiesto per figli che frequentato la scuola secondaria di primo grado (scuola media) per la quale, nelle zone rosse, è stata sospesa la didattica in presenza e solo nel caso che i genitori non possano svolgere la propria attività lavorativa in smart working.

Non è possibile richiedere il beneficio se nel nucleo familiare uno dei genitori sia disoccupato, inoccupato o percettore di sostegno al reddito.

Possono utilizzare il congedo straordinario anche i genitori impiegati nel pubblico impiego a patto che non svolgano e non possano svolgere la propria attività in smart working.

Il congedo è utilizzabile per tutto il periodo di sospensione della didattica il presenza e prevede un’indennità pari al 50% della retibuzione spettante.

Bonus Baby sitter

Novità anche per il bonus baby sitter, previsto all’articolo 14 del decreto Ristori bis. Il beneficio potrà essere richiesto nell’importo massimo di 1000 euro dai genitori di figli frequentanti la scuola secondaria di primo grado (scuola media) in cui sia disposta, nelle zone di maggior rischio e contagio, la sospensione della didattica in presenza.

Il bonus Baby sitter può essere richiesto solo dai genitori iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata o alle Gestioni speciali dell’AGO (limitato, quindi, ai soli lavoratori autonomi).

Il bonus non può essere utilizzato per pagare servizi di baby sitting prestati da familiari per evitare che nuovamente venga trasformato in una sorta di bonus nonni o zii.