Dichiarazione precompilata 2021: le novità

Le novità nel dettaglio sulla dichiarazione precompilata 2021: la guida
Calendario rimborsi 730/2021

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile la dichiarazione precompilata 2021 per i contribuenti che devono presentare il 730 o il modello Redditi. I dati relativi ai redditi, così come ritenute, versamenti, deduzioni e detrazioni sono già inseriti. Tuttavia, il cittadino può e deve apportare le opportune modifiche prima di inoltrare la dichiarazione dei redditi definitiva al Fisco, a partire dal 19 maggio 2021.

Precompilata 2021: la guida

Dopo aver effettuato l’accesso al portale dell’Agenzia delle Entrate, il contribuente può visualizzare la dichiarazione precompilata e verificarne i dati. Dopodiché, può decidere di accettare il modello 730 senza correggere nulla, apportare le modifiche necessarie, aggiungere eventuali spese soggette a deduzioni o detrazioni, inviare la dichiarazione al Fisco entro il 30 settembre per il 730, entro il 30 novembre per il modello Redditi.

LEGGI ANCHE: Precompilata 2021: date e scadenze. Controlli e sanzioni

Le novità della precompilata 2021: la dichiarazione dell’erede

La prima novità riguarda la dichiarazione dell’erede (uno solo) che può consultare i dati relativi al reddito, gli oneri deducibili e detraibili del defunto e le altre informazioni contenute nell’Anagrafe Tributaria. In seguito all’accettazione, dopo eventuali modifiche o integrazioni, l’erede può inoltrare la dichiarazione all’Agenzia delle Entrate.

Per poter fare ciò, l’erede deve essere stato abilitato, come? Presentando i documenti che attestano la sua condizione o un’apposita dichiarazione sostitutiva presso una sede territoriale dell’A.D.E. oppure inviando la documentazione online tramite PEC, integrata da documento d’identità e firma digitale.

Per le persone decedute dal 1° gennaio 2020 ed entro il 30 settembre 2021, gli eredi possono usare sia il modello Redditi sia il 730, a seconda dei requisiti in possesso del defunto. Per le persone morte dal 1° ottobre 2021 sarà possibile utilizzare solo il modello Redditi.

Dichiarazione precompilata 2021: novità su spese e oneri

Dalla precompilata 2021, al contribuente spetta la detrazione del 19% sulla maggior parte degli oneri e delle spese 2020 solo se il pagamento è stato effettuato con uno strumento tracciabile. Fanno eccezione gli acquisti di medicinali e dispositivi medici e per il pagamento di prestazioni sanitarie offerte sia da strutture pubbliche che private accreditate al SSN.

La novità di quest’anno riguarda l’introduzione di nuovi oneri detraibili, come le spese scolastiche ed erogazioni liberali a scuole ed i relativi rimborsi se comunicati al Fisco. E’ detraibile il 20% del bonus vacanze utilizzato nel 2020.

Per quanto concerne gli immobili è bene controllare se ci sono state variazioni della rendita catastale avvenute dopo l’esecuzione di lavori. In questo caso si deve integrare la precompilata se non presenta la variazione. Da prendere in considerazione l’uso di bonifici per il pagamento dei lavori di ristrutturazione, specialmente se effettuati tramite l’utilizzo del superbonus 110% e del bonus facciate del 90%.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
4
Shares
Potrebbe interessarti: