Ecco cosa succede quando un erede non paga i debiti del caro defunto

L’eredità oltre al lato dei beni materiali presenta, come ben tutti sappiamo anche un lato economico, tuttavia non sempre roseo, ecco come vengono gestiti i debiti:
IMU 2021, saldo

Una cosa risaputa dell’eredità è sicuramente che oltre ai beni materiali del defunto, si ereditano anche i suoi eventuali debiti. Tuttavia non è sempre tutto rosa e fiori visto che molte persone potrebbero essersi indebitate nell’arco della propria vita e, quindi, cosa succede se un erede non vuole pagare i debiti dell’eredità?

Chi deve pagare i debiti?

Chi deve pagare i debiti dell’eredità? Coloro che sono chiamati a pagare i debiti di un’eredità sono coloro che effettivamente la accettano, e inoltre, è quasi impossibile non pagare i debiti una volta accettata l’eredità, per approfondire quando è possibile leggi anche: Cosa succede se decido di non pagare le tasse? e Ecco come riscattare l’eredità senza accettare nessun debito del defunto.

Oltre al metodo per provare a far cadere in prescrizioni i debiti, essendo molto limitato, possiamo parlare di come mettere al riparo i propri beni dal pignoramento, ovvero accettare l’eredità con beneficio d’inventario, in questo modo, i creditori (coloro che vogliono riscattare i debiti del defunto) potranno pagare i debiti utilizzando solo i beni dati in eredità e non della persona che accetta l’eredità, esempio, muore una ignora che lascia alla sua figlia due anelli parecchio costosi, in caso di eredità con beneficio d’inventario, i creditori potranno pignorare solamente quei anelli.

Ecco come sono divisi i debiti

Come sappiamo gli eredi non sono sempre singoli, difatti c’è la possibilità della presenza di due i più eredi, in questo caso come vengono suddivisi i debiti?

A rispondere a questa domanda sarà la legge che difatti opterà su due soluzioni:

Responsabilità solidale- in questo caso i debiti sono “liberi” ovvero coloro che accettano l’eredità non dovranno pagare solo la loro quota, ma saranno responsabili anche della quota di altri, quindi facendo esempio della presenza di 2 eredi, nel momento in cui uno dei due non paga l’altro creditore potrà chiedere a quello (anche se ha già pagato la sua parte) di pagare la restante quota.

Responsabilità parziaria- In questo caso gli eredi saranno responsabili della sola propria quota, difatti, non si faranno carico della quota degli altri eredi, in questo caso, a differenza del metodo precedente che tutelava principalmente il creditore, questo metodo tutela maggiormente il debitore.

Ovviamente, il metodo che principalmente viene adottato è il secondo, visto che i debitori devono pagare la quota sulla parte di eredità che gli spetta e di conseguenza i creditori possono chiedere i pagamenti fino alla sola quota per erede.

Ma cosa succede se l’erede non paga i debiti?

Il legislatore ha oramai abbracciato a pieno l’idea del metodo parziario, ovvero della responsabilità del singolo erede. Detto questo, si può ben intuire che nel caso di applicazione di tale metodo la responsabilità sarà del singolo erede, e quindi, se uno degli eredi non paga i debiti, gli altri non saranno dunque colpiti da alcuna conseguenza.

Detto ciò, chi non paga i debiti sarà in sostanza forzato dalla legge a farlo, principalmente pignorando l’eredità.

Se ti è piaciuto l’articolo leggi: Diseredare un figlio o il coniuge, quando e se è possibile?

Total
0
Shares