Aumento pensione invalidità: ecco per chi serve la domanda; circolare INPS

Pensioni aumenti assegni

La Circolare INPS del 23 settembre 2020 finalmente fornisce spiegazioni sull’aumento delle pensioni di invalidità, per il quale occorre presentare domanda.

Vediamo quali sono i requisiti richiesti e come presentare domanda avendo anche diritto agli arretrati dal 20 luglio 2020.

Aumento pensioni invalidità

Sono richiesti, come abbiamo già annunciato in precedenza, specifici requisiti reddituali per poter accedere.

Innanzitutto è necessario che il richiedente abbia invalidità certificata pari al 100%.

Per il beneficiario non coniugato  è necessario avere redditi propri non superiori a 8469,62 (importo massimo della pensione di invalidità con aumento moltiplicato per le 13 mensilità di erogazione).

Per il beneficiario coniugato è necessario non superare i 14.447,42 euro l’anno.

Nella circolare si legge che rientrano nel calcolo del reddito limite tutti i redditi di qualsiasi natura, sia assoggettabili all’IRPED che esenti da IRPEF, sia a tassazione alla fonte che separata.

Non concorrono alla formazione del reddito  il reddito dell’abitazione principale, i trattamenti di famiglia, l’indennità di accompagnamento, eventuali pensioni di guerra.

Come si presenta domanda?

Per gli invalidi civili il riconoscimento all’aumento scatta d’ufficio, Per i soli titolari di pensione di inabilità previdenziale di cui alla legge 222/1984 l’aumento viene riconosciuto previa domanda dell’interessato.

L’incremento della pensione di invalidità, per questi beneficiari, quindi, sarà corrisposto solo dietro richiesta dell’interessato con presentazione di domanda secondo le consuete modalità.

La domanda, per  vedersi riconoscere l’aumento dal 1 agosto, è necessario presentare domanda entro il 9 ottobre 2020 ma solo se il richiedente espressamente richieda il riconoscimento degli arretrati.

Per chi presenterò domanda successivamente al 9 ottobre 2020 l’aumento sarà riconosciuto dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda.

Per non perdere il diritto agli arretrati, quindi, è necessario presentare domanda entro il 9 ottobre.

Per approfondire legge anche: Pensione di invalidità l’aumento è a 651,51 euro