Bollo auto, quando dopo tre anni non si paga più, questo l’orientamento dei giudici

Bollette

Anche il bollo auto può andare in prescrizione se dopo un determinato periodo di tempo l’Amministrazione a cui è dovuto o il Concessionario alla riscossione “dimentica” di inviare solleciti e comunicazioni di messa in mora.

La prescrizione del bollo auto è stata sempre oggetto di problematiche varie e di dubbi tra tassa da pagare e cartella esattoriale. L’orientamento dei giudici però ormai è un pro forma, stabilendo che è di 3 anni la prescrizione prevista.

Bollo auto o cartella per bollo auto non pagato, quando la prescrizione?

Un bollo auto o una cartella esattoriale relativa al bollo auto ha una prescrizione triennale. In pratica, la cartella per essere considerata da pagare, deve essere notificata entro il terzo anno successivo a quello in cui l’accertamento è divenuto definitivo.

Per il bollo auto la prescrizione è di 3 anni e ciò significa che qualora manche la notifica del Concessionario alla Riscossione nei tre anni prima citati, la tassa non dovrebbe più essere pagata dal contribuente. Va ricordato che i 3 anni decorrono  dall’anno successivo a quello nel quale il bollo si riferisce.

Pubblicità

Occhio alle comunicazioni intermedie

Il bollo auto è una tassa dovuta alla Regione e nei casi di mancato pagamento, prima che il bollo diventi cartella, è la stessa Regione che ha il compito di inviare solleciti e avvisi di accertamento al contribuente. Va ricordato che ogni qualvolta arriva una comunicazione ad un contribuente riguardante un bollo auto, il periodo utile alla prescrizione si azzera e riparte dalla data di notifica della comunicazione.

I tre anni sono ormai la data di prescrizione prestabilita, anche se le norme non sono chiare in questo senso distinguendo tra imposta e cartella. L’orientamento dei giudici infatti ormai da anni è questo e stabilisce che a prescindere dal fatto che la tassa da versare sia diventata cartella o che non sia passata an cora a ruolo, la prescrizione resta triennale.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: