Decadenza reddito di cittadinanza per chi non presta lavori di pubblica utilità (gratis)

Se non si lavora gratis per il comune il reddito di cittadinanza decade e non può essere più richiesto per 18 mesi.

Reddito di cittadinanza
Reddito di cittadinanza

I percettori di Reddito di cittadinanza devono partecipare obbligatoriamente ai progetti di pubblica utilità.

Molti sono i Comuni che hanno avviato i progetti socialmente utili in cui impiegare i percettori del sussidio.

Decadenza reddito di cittadinanza

I percettori di reddito di cittadinanza, per continuare a fruire del beneficio, devono sottoscrivere il Patto per il lavoro con il Centro per l’impiego o il patto di inclusione con il proprio Comune di residenza.

Ma non basta. Si deve anche svolgere il lavoro di pubblica utilità, gratuitamente e per un massimo di 8 ore la settimana, per poter continuare a fruire del beneficio.

Gli unici esclusi da tali obblighi sono i minorenni, gli studenti, gli ultra 67enni e le persone impegnate in lavoro di cura familiare.

I percettori di reddito di cittadinanza che non hanno avuto quindi, una collocazione lavorativa sono obbligati a svolgere il lavoro gratis per il proprio Comune per il quale sono chiamati.

Se non si assolve a questo obbligo il reddito di cittadinanza decade e ci si trova, per i 18 mesi successivi, nell’impossibilità di presentare nuova domanda per ottenerlo.

Proprio in questi mesi di attende un aumento dei progetti utili alla collettività cui i percettori del beneficio saranno chiamati ad assolvere mettendosi a disposizione del comune. In ogni caso i lavori di pubblica utilità in cui viene impiegato il percettore di reddito di cittadinanza devono essere compatibili con i profili professionali del cittadino in questione.

Il lavoro di pubblica utilità per la collettività, quindi, così come l’offerta di lavoro congruo oltre a dover essere attintenti con il profilo professionali devono essere obbligatoriamente svolti dal beneficiario di RDC.

Il monte ore da dedicare ai progetti del comune, in ogni caso, varia in base agli impegni del cittadino (se ad esempio è impegnato in lavoro part time mantenendo lo stato di disoccupazione il lavoro socialmente utile deve adattarsi all’orario lavorativo).

In ogni caso se non si svolge gratuitamente lavoro gratis per il comune scatta la decadenza del reddito di cittadinanza.