Detrazioni ristrutturazione: posso mantenerle se vendo l’immobile?

Se si vende l’immobile nell’anno che si è ristrutturato è possibile continuare a fruire delle detrazioni o passano all’acquirente?

Cosa accade a chi ha ristrutturato un immobile fruendo della detrazione al 50%
(che ricordiamo spetta per 10 anni) se decide di vendere la casa lo stesso anno della ristrutturazione? E’ possibile mantenere le detrazioni nonostante la vendita?

Ristrutturazione, detrazione e vendita

Se il cittadino che ha ristrutturato un immobile nello stesso anno in cui ha sostenuto la spesa dei lavori decide di vendere la casa il diritto alla detrazione spettante rimarrebbe in capo a chi ha pagato i lavori di ristrutturazione.

Ma deve prevederlo il contratto di compravendita poichè in caso contratio, in assenza di indicazioni, la detrazione si trasferisce a chi acquista l’immobile.

Se, però, nel contratto di vendita non si inserisce la clausola apposita, la stessa può essere desumubile anche da una scrittura privata sottoscritta da venditore e acquirente, ma la scrittura deve essere autenticata da un notaio per avere valore. In alternativa può essere autenticata anche da un altro pubblico ufficiale autorizzato.

Nella scrittura privata deve essere chiaramente espresso che l’accordo era esistente già all’atto del rogito.

Come procedere per le detrazioni? Al momento della presentazione del 730 dell’anno successivo sia l’acquirente che il venditore dovranno tenere fede a quanto previsto con l’atto di vendita o con l’accordo privato.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: