Pensione quota 97,6: spetta anche per lavoro gravoso?

Chi svolge lavoro gravoso può accedere alla pensione quota 97,6?

Domande e risposte Pensioni

Nel cercare di orientarsi nella previdenza italiana e nel groviglio di normative che la regolano, molto spesso si rischia di fare confusione soprattutto quando le misure previdenziali non sono troppo chiare.

Pensione quota 97,6 anche per gravosi

In questo articolo andiamo a rispondere ai dubbi di una lettrice di Pensioniefisco.it:

Buona sera. Vorrei porre un quesito a cui credo  solo voi possiate rispondere. Sono un’insegnante di scuola infanzia,lavoro definito dal ministero come usurante o gravoso. Ad agosto 2021 compirò 61 anni e sette mesi con oltre 37 anni di contributi tra pubblico e privato. Sto sbattendo la testa per avere la certezza di poter accedere alla pensione,essendo nata appunto il 31 gennaio 1960 e superando sicuramente la fatidica quota di 97,6
Vi prego di darmi speranza con una vostra risposta. Attendo con ansia.
Distinti saluti

L’insegnante della scuola dell’infanzia è riconosciuta come mansione gravosa. La pensione con la quota 97,6, invece, è riservata ai lavoratori usuranti.

Tra usuranti e gravosi, purtroppo, c’è una sottile differenza: i lavoratori usuranti sono quelli che sono costretti a lavorare in spazi angusti (in cava, miniera ecc…) a contatto con temperature elevate, in turni di notte che superano un certo numero l’anno Si parla quindi di lavori più “estremi” e proprio per l’usura fisica che comportano si è prevista per chi li svolge una pensione apposita che permette l’accesso al compimento dei 61 anni e 7 mesi di età.

I lavoratori gravosi, invece, pur svolgendo un lavoro che richiede impegno fisico e mentale non sono sottoposti alla stessa usura (questo emerge dai diversi decreti che prevedono la classificazione del lavoro svolto) e per loro, pur essendo già prevista la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia fino alla fine del 2022 con soli 66 anni e 7 mesi, possono accedere ad altre misure previdenziali, quali quota 41 (per la quale occorre anche essere lavoratori precoci) e l’ape sociale.

E’ con enorme dispiacere, quindi, che sono costretto ad annunciarle che al compimento dei 61 anni e 7 mesi non potrà accedere alla quota 97,6 visto che non rientra nei lavori usuranti.

Per dubbi e domande è possibile scrivere a: info@pensioniefisco.it
I nostri esperti provvederanno a dare una risposta al tuo quesito in base all’originalità.