Proroga Opzione donna e Ape sociale, assegno unico per i figli e taglio cuneo fiscale: l’OK di Palazzo Chigi

legge bilancio

Ok di Palazzo Chigi, nella serata di ieri, per lo schema di legge di Bilancio che entro fine ottobre dovrà essere trasmesso in Parlamento. Vediamo quali sono le misure principali attese per il prossimo anno.

Ok all’assegno unico per i figli ma a partire da luglio 2021, ma arriva anche la riduzione del cuneo fiscale per i redditi da lavoro dipendente che superano i 28mila euro.

Atteso anche un collegato fiscale per quel che riguarda il Lavoro si dovrà sciogliere il nodo  del blocco licenziamenti.

In ogni caso nel disegno di legge sono confermate le proroghe dell’opzione donna e dell’ape sociale.

Proroga opzione donna

Confermata per il 2021 la proroga dell’opzione donna per tutte le lavoratrici che raggiungeranno requisito contributivo (35 anni) e anagrafico (58 anni per le dipendenti e 59 per le autonome) entro il 31 dicembre 2020.

La proroga, quindi, apre le porte del pensionamento con il regime sperimentale per le dipendenti nate entro il 31 dicembre 1962 (1961 per le autonome).

Proroga Ape sociale

La proroga dell’Ape sociale, invece, prevede la durata della misura fino al 31 dicembre 2021 con i requisiti attualmente in vigore ovvero 63 anni di età con 30 anni di contributi per invalidi, caregiver e disoccupati e con 36 anni per i lavoratori gravosi.

Resta, inoltre, confermata fino al 31 dicembre 2021 la quota 100 che richiederà, anche il prossimo anno, 62 anni di età unitamente a 38 anni di contributi.